«LIVE ON TEN LEGS - Pearl Jam» la recensione di Rockol

Pearl Jam - LIVE ON TEN LEGS - la recensione

Recensione del 13 dic 2010 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Sono passati 13 anni tra questo “Live on ten legs” e il suo predecessore, “Live on two legs”. 13 anni ed è cambiata la nostra idea di disco live. E a cambiarla sono stati proprio i Pearl Jam, che dal 2000 in poi realizzarono il sogno di ogni fan, iniziando a pubblicare autonomamente “bootleg ufficiali” di ogni concerto.
"Live on two legs" fu il primo disco live “ufficiale” dei Pearl Jam, se si efettua “Dissident”, che nella versione CD singolo racchiudeva un intero concerto del 1994. Centinaia di bootleg dopo, migliaia di canzoni live dopo, ha ancora senso per una band come i Pearl Jam pubblicare un disco dal vivo? Vedder e soci hanno continuato a pubblicare dischi live attraverso circuiti tradizionali, ma si è sempre trattato di qualcosa di speciale, come l’acustico “Live at Benaroya hall”, o il “Live at the Gorge”, box di 7 cd registrati in tre concerti vicino a Seattle.
“Live on ten legs”, invece, è una raccolta: 18 canzoni, registrate tra il 2003 e il 2010. Non c’è nessun pezzo in comune con “Two legs”. E, conseguentemente, non è neanche un greatest hits dal vivo, se si eccettua la presenza di “Alive” e “Jeremy”. Ci sono anche poche cover: Arms Aloft di Joe Strummer e “Public image” della quasi omonima band di John Lydon (traccia registrata in Italia, la scorsa estate a Venezia). Ecco: se, da fan, dovessi dire cosa avrebbero dovuto pubblicare i PJ, avrei suggerito una raccolta delle migliori delle tante cover suonate in questi anni (ne ho una cinquantina sul mio computer, ma credo che la lista sia incompleta).
Ma evidentemente il fine di questo album è un altro. Non è un disco diretto al fan sfegatato, che avrà già una raccolta invidiabile di concerti. E’ un disco diretto al mercato tradizionale, all’ascoltatore più o meno distratto che non ha avuto voglia e tempo di seguire tutta la produzione live di questi anni.Da questo punto di vista, "Live on ten legs" centra l’obbiettivo, rappresentando quello che sono i PJ dal vivo, nei limiti di quello che può fare un disco. Ci sono delle piccole grandi gemme, come una spettacolare versione di “Porch” che parte lenta e poi decolla (la terza delle canzoni dell’esordio “Ten”, oltre alle già citate “Alive” e “Jeremy”). Dallo stesso periodo c’è “State of love and trust” (pubblicata sulla colonna sonora di “Singles”) e “Animal” e “Rearviewmirror” (due punti dei punti forti di VS.); ci sono i Pearl Jam più riflessivi di “Nothing as it seems” e “I am mine”, e quelli che al sottoscritto piacciono di più, quelli “Mid tempo” di “In hiding” e “Unthought Unknown” (una delle 4 canzoni dell’ultimo “Backspacer”). Le canzoni, pur provenendo da diverse epoche, sono state rese omogenee grazie al rimixaggio da parte dello storico ingegnere del suono Brett Eliason: il risultato è che, pur arrivando da diverse epoche, le canzoni filano lisce dal punto di vista sonoro.
Poi, certo, i fan troveranno un sacco di mancanze. Però “Live on ten legs” alla fine è nulla di più e nulla di meno di un buon compendio della potenza sonora dei Pearl Jam dal vivo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.