19 aprile 2014

Rockol.it - La musica online è qui Rockol.com
Mariah Carey

Mariah Carey


La cantante che ha venduto più dischi negli anni ‘90 nasce il 27 marzo 1970 a New York. La madre, una ex-cantante lirica ed insegnante di canto, la avvicina alla musica assai presto: Mariah comincia…

leggi tutto >
Cerca TestiAcquista

Biografia

La cantante che ha venduto più dischi negli anni ‘90 nasce il 27 marzo 1970 a New York. La madre, una ex-cantante lirica ed insegnante di canto, la avvicina alla musica assai presto: Mariah comincia a cantare a quattro anni e a scrivere canzoni alle scuole medie. Dopo il diploma di liceo comincia la sua vera e propria carriera artistica, cantando nei cori per Brada K. Starr, cosa che poi la porta a ottenere un contratto con la Columbia, grazie anche all’intercessione di Tommy Mottola, dirigente della casa discografica. Secondo la leggenda, Mariah gli consegna un nastro a una festa; Mottola lo ascolta nella sua limousine, sulla via di casa, e fa precipitosamente marcia indietro per conoscerla. Dopodi che, la lancia e la sposa (i due divorzieranno nel 1997).
La carriera di Mariah è folgorante. Dopo il grande successo del disco di debutto, che ha per titolo il suo nome, il suo rapporto con le charts diventa molto semplice: ogni volta che pubblica qualcosa, va al n.1, il che la fa entrare nel Guinness dei primati e la induce a intitolare una sua raccolta #1’S. Di anno in anno, il repertorio della Carey si stabilizza tra la ballata pop e la black music, spostandosi nel tempo verso l’hip-hop; rispetto a Whitney Houston, cui viene spesso paragonata, la Carey vanta il fatto di essere anche autrice delle proprie canzoni.
Nel 1993 diventa anche coproduttrice dell’album MUSIC BOX. Non rinuncia tuttavia a circondarsi dei produttori più in voga: per DAYDREAM, del 1995, arruola il fidato Walter Afanasieff, David Morales e Jermaine Dupri; seguiranno Puff Daddy e Ol’Dirty Bastard dei Wu-Tang Clan. Dopo il fortunatissimo BUTTERFLY, nel 1998 arriva lo storico e proficuo (più che artisticamente memorabile) superduetto con la poco amata Whitney Houston per “When you believe”, tema del film Disney “Il principe d’Egitto”.
Nel 1999 esce RAINBOW, in cui la Carey sfoggia un’immagine e una voce più sexy rispetto al passato, sostenendo che per anni l’ex marito Mottola l’ha costretta a rinunciare a questo lato della propria personalità. Il risultato non cambia: l’album, che si segnala per nuovi brani scritti in coppia con le “macchine da successi” Diane Warren e David Foster, e l’intervento di una schiera di ospiti e produttori tra i quali Master P, si piazza al n.1 in classifica, e così fanno i singoli da esso tratti. Durante la promozione dell’album, Mariah annuncia il progetto di un film musicale, “Glitter”, incentrato sui suoi ricordi d’infanzia newyorkesi. Nel periodoi mmediatamente precedente alla pubblicazione dell’album, però, Mariah viene ricoverata per una sorta di esaurimento nervoso. Stress da successo, dicono.
Nel 2001 esce GLITTER, che sancisce il cambio di etichetta dalla Sony alla Virgin con il contratto più alto della storia del pop: 80 milioni di dollari. Il disco e il film sono un mezzo flop, il primo della storia della Carey, che incomincia a stare male sul serio e riempie il suo sito Internet di messaggi deliranti (che contengono anche propositi suicidi). La Virgin la paga 28 milioni di dollari per rescindere ilcontratto, e lei riesce a firmare con un’altra casa discografica: la Universal, con cui a fine 2002 pubblica CHARMBRACELET, e per cui nel 2005 esce anche THE EMANCIPATION OF MIMI: il disco la riporta sulla cresta dell'onda, restituendole il successo perduti.
Il nuovo lavoro arriva nel 2008 e si intitola E=MC2: viene antcipato dal singolo "Touch my body", che fa entrare Mariah definitivamente nella storia, con il 18 numero 1, battendo persino Elvis che si era fermato a 17.
Dopo poco un anno e mezzo arriva MEMOIRS OF AN IMPERFECT ANGEL, disco originariamente previsto per la fine di agosto 2009, viene rimandato più volte, fino ad uscire a fine settembre dello stesso anno.
Nel 2010 esce un disco natalizio, il tredicesimo album dell’artista: MERRY CHRISTMAS II YOU, che contiene sei brani più il remix del classico “All I want for Christmas is you”. Nello stesso periodo la cantante conferma la propria gravidanza.
Discografia Essenziale
MARIAH CAREY 1990 Sony
EMOTIONS 1992 Sony
MTV UNPLUGGED 1992 Sony
MUSIC BOX 1993 Sony
MERRY CHRISTMAS 1994 Sony
DAYDREAM 1995 Sony
BUTTERFLY 1997 Sony
#1’s - (raccolta) 1998 Sony
RAINBOW 1999 Sony
GLITTER 2001 Virgin
CHARMBRACELET 2002 Universal
THE EMANCIPATION OF MIMI 2005 Universal
E=MC2 2008 Universal
MEMOIRS OF AN IMPERFECT ANGEL 2009 Universal
MERRY CHRISTMAS II YOU 2010 Island

(27 nov 2010)
  • Ciao