«CAROSELLO 60 X 60 - Andrea Laffranchi e Federico Pucci» la recensione di Rockol

Andrea Laffranchi e Federico Pucci - CAROSELLO 60 X 60 - la recensione

Recensione del 23 gen 2020

La recensione

Il 28 gennaio 1959 nasceva la CEMED – Carosello Edizioni Musicali e Discografiche. Questo volume racconta la storia della casa discografica, che ha compiuto i sessant’anni ed è oggi una delle maggiori “indipendenti” del mercato, e lo fa affidando a Andrea Laffranchi e Federico Pucci il riepilogo (sintetico) delle vicende industriali che hanno visto protagonista l’azienda (in un’accurata ricostruzione che apre il volume) ma soprattutto attraverso il racconto di sessanta canzoni particolarmente significative uscite negli anni con i suoi marchi (o quelli di etichette distribuite).

Mi piacciono, lo sapete, i libri che raccontano la storia delle canzoni, e questo non fa eccezione. Sono fra l’altro ben consapevole delle difficoltà che si incontrano cercando di ricostruire le vicende che hanno accompagnato la scrittura, la registrazione e la diffusione di canzoni non propriamente recenti, per le quali ormai non esistono più, o quasi, testimoni oculari. Proprio per questo è ancora più interessante leggere le pagine di questo ricco ed elegante volume nelle quali si avvicendano nomi monumentali – Domenico Modugno, Mina, Giorgio Gaber, Vasco Rossi (recordman di presenze con cinque canzoni) – con nomi meno eclatanti ma altrettanto significativi per l’azienda, e più in generale per la storia della musica italiana. Inutile discutere se abbia qualche senso che Coez o Thegiornalisti siano protagonisti di tre schede, tante quante Mina, per dire; ovvio che la prospettiva è quella del repertorio della casa, non quella della notorietà in assoluto. Fa comunque piacere trovare nel libro, fra i protagonisti a cui è dedicato dello spazio, i Krisma, Ivan Graziani, Pino D’Angiò.

Se volete farvi un’idea più precisa, in dicembre Rockol ha pubblicato alcuni estratti del libro: li trovate qui, qui, qui, qui, qui, e qui.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.