«L’AUTOBIOGRAFIA - Eric Clapton» la recensione di Rockol

Eric Clapton - L’AUTOBIOGRAFIA - la recensione

Recensione del 21 gen 2020

La recensione

Già pubblicata nel 2008 da Sperling & Kupfer, nella stessa traduzione (discreta ma non impeccabile) di Ira Rubini – “spanish guitar”: “chitarra spagnola”? “sunburst”: “sprazzo di sole”? “pies”: “torte ripiene”? – torna in libreria l’autobiografia del chitarrista, pur senza aggiornamenti relativi all’ultima decina di anni.

Riletta oggi conferma l’impressione ricevuta la prima volta: si tratta di una sorta di reportage cronologico degli avvenimenti privati e professionali vissuti da Clapton, raccontati, però, in un tono che sembra privo di reale partecipazione, come se si trattasse di un bilancio stilato a un certo momento della vita con l’intento di rimettere in ordine i ricordi. Non traspare una vera partecipazione emotiva nel racconto di queste pagine, e l’uomo Clapton ne esce come un distaccato testimone oculare degli eventi attraversati, quasi come se non ne fosse mai stato davvero responsabile (a pagina 258 sbriga in poche righe il racconto della morte per overdose di Alice Ormsby-Gore, sua compagna negli anni dell’eroina e trascinata da lui nella trappola della droga, senza che dalle sue parole traspaiano né dolore né rimorso).

Purtroppo lo stesso atteggiamento poco partecipato riguarda anche i racconti dei suoi incontri professionali – Clapton ha frequentato il Gotha della scena rock internazionale – riferiti come fossero voci di Wikipedia, con qualche rara eccezione (John Mayall, Delaney & Bonnie) in cui sembra essere disposto a comunicare un briciolo di entusiasmo.

Contribuisce alla complessiva delusione derivante dalla lettura del libro uno stile letterario tanto asciutto (e non sarebbe un difetto) da apparire anonimo (e questo sì, invece, è un limite).

Mettiamola così: se siete un ammiratore di Clapton, questo compendio vi interesserà senz’altro; se non lo siete, non vi farà venir voglia di diventarlo.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.