«IO SONO FASMA - Fasma» la recensione di Rockol

"Io sono Fasma": Fasma è passato da scommessa a realtà vincente

Dopo Sanremo, il giovane rapper romano capitalizza al massimo l'esposizione dell'Ariston con il suo nuovo album

Recensione del 29 feb 2020 a cura di Riccardo Primavera

La recensione

La parabola di Fasma è una storia motivazionale perfetta da raccontare ai giovani, aspiranti artisti. Tiberio Fazioli, questo il suo nome all'anagrafe, a soli 23 anni ha infatti raggiunto traguardi per i quali altri artisti spesso impiegano l'intera carriera; a volte senza neanche riuscire a raggiungerli. Ha esordito nel 2016 con i primi singoli, sempre accompagnato dal produttore GG, e nel 2017 prima Roma e poi l'Italia intera si sono accorte di lui, grazia a brani quali "Marylin M." - già disco d'oro -, "M. Manson", "Lady D." e "Monnalisa", racchiusi nell'EP del 2018 "WFK.1". Da lì, un'ascesa folgorante: la partecipazione al Wind Summer Festival, il disco d'esordio "Moriresti per vivere con me?" - pubblicato da Sony Music Italy -, che ha accumulato decine di milioni di stream, la partecipazione alla settantesima edizione del Festival di Sanremo, nella categoria giovani. Sul palco più prestigioso d'Italia Fasma ha conquistato il pubblico, dopo aver concluso al terzo posto, eliminato in semifinale da quello che poi si sarebbe rivelato il vincitore. I numeri però lo hanno premiato: il suo singolo in gara, "Per sentirmi vivo", è stato uno dei più ascoltati dopo la kermesse - canzoni dei big incluse -, e l'attesa per il suo nuovo disco si è fatta sempre più intensa.

"Io sono Fasma" è il secondo album ufficiale di Fasma, che rinnova il sodalizio con Sony Music Italia. Le produzioni sono interamente affidate a GG, amico e collaboratore di lunga data di Fasma; i due insieme hanno fondato la loro etichetta, WFK Empire. Proprio dalla WFK provengono gli unici featuring presenti nel disco, tre talenti che i due artisti stanno coltivando e supportando: Lil Zeff, Barak Da Baby e Riviera.

La musica di Fasma e GG è un ibrido di più generi, tanto difficile da etichettare quanto dotata di una forte identità. Fasma oscilla tra il rappato puro - come in "Tommy" - ed elementi più cantati - come nel singolo "Per sentirmi vivo" -, ma è anche capace di muoversi su territori insidiosi come quelli dello scream - "100m sotto terra" ne è la prova lampante -, per poi finire subito dopo ad accarezzare atmosfere trapsoul, come quelle di "Non so chiedere aiuto". "Io sono Fasma" mescola tutte le influenze musicali del rapper e del produttore, le amalgama e le alterna in maniera coerente, mantenendo un forte fil rouge emotivo che collega tutti i brani. Le liriche di Fasma sono infatti fortemente personali, e al contempo universali: le riflessioni, i dubbi, i drammi, la rabbia, gli sfoghi di Fasma sono autobiografici, sempre in prima persona, eppure per l'ascoltatore è facile ritrovarsi nelle sue parole, nelle immagini descritte, nelle sensazioni provate. Non è infatti un caso che il disco si apra con "Tu sei Fasma", che sembra quasi opporsi direttamente al titolo dell'album. In realtà il titolo del progetto e quello della prima traccia si uniscono, formano una frase che racchiude al suo interno il concept su cui si fonda l'album. Fasma canta di se stesso, della sua vita, dei suoi dolori e delle sue gioie, ma è nella condivisione che queste diventano vivide e in grado di resistere alla prova del tempo. Quando ciascuna traccia smette di essere "solo" il manifesto del rapper, e lo diventa anche e soprattutto per i suoi ascoltatori, è allora che Fasma raggiunge il suo scopo.

TRACKLIST

01. Tu sei Fasma (03:32)
02. Fenice (03:12)
03. Lo faccio davvero - feat. Lil Zeff (02:30)
04. Nudi (01:58)
05. S.D.A. (02:14)
06. 2000 (02:08)
07. Per sentirmi vivo (02:57)
08. Cosa? Scusa! (02:12)
09. Tommy (01:42)
10. BASTA! (02:00)
11. NO(I) (02:22)
12. Ricetta-RR (02:42)
13. 100m sotto terra - feat. Barak Da Baby (01:52)
14. Non so chiedere aiuto - feat. Riviera (02:34)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.