«IL PRIMO LUNEDI' DEL MONDO - Virginiana Miller» la recensione di Rockol

Virginiana Miller - IL PRIMO LUNEDI' DEL MONDO - la recensione

Recensione del 30 mar 2010 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Capita ogni volta che esce un disco dei Virginiana Miller, e capita anche con questo loro quinto disco, "Il primo lunedì del mondo". Ogni volta che li ascolti, ti dici: ma com'è che si parla così poco di loro? Com'è che le radio non passano i loro pezzi?
Certo, loro ci mettono lo zampino, pubblicando dischi con tempi lunghissimi: "Il primo lunedì del mondo" è il primo album in oltre tre anni ( “Fuochi fatui d'artificio" era del 2006, e arrivava a tre anni e mezzo dal precedente=. E poi c'è sempre un po' di sfiga: sul loro blog i Virginiana raccontano di come il loro secondo album venne rimandato per permettere la distribuzione del disco del Papa, e anche questo album è arrivato nei negozi con due settimane di ritardo sul previsto per non meglio specificati motivi burocratici, e non è valso nessun decreto interpretativo per rimediare.
Diciamolo: i Virginiana Miller meriterebbero la stessa fortuna di altri gruppi, a cui assomigliano solo superficialmente. Perché è vero che nella loro musica c'è la classica canzone italiana (la cover di "E' la pioggia che va"), ci sono arrangiamenti un po' retrò. Però c'è un gusto musicale unico, c'è l'ironia di Simone Lenzi, che anche in questo album regala perle come: "Tornando a casa stasera troverete i bambini/dategli quella carezza del Papa/ma anche un calcio nel culo va bene/anche quello ogni tanto fa bene/come segno di amore sicuro di contatto e calore animale" ("La carezza del papa"). Tanto per citarne una, perché le canzoni di questo disco sono zeppe di frasi fulminanti come queste. Poi c'è la consueta e sempre bella commistione di alto e basso, dalle citazioni di Sartre ("L'inferno sono gli altri") all'elenco in inglese di "Frequent flyer".
Insomma, un altro colpo, un altro centro. Poi speriamo che questa volta qualcuno oltre ai soliti noti si accorga finalmente di loro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.