«WAIT FOR ME - Moby» la recensione di Rockol

Moby - WAIT FOR ME - la recensione

Recensione del 30 giu 2009 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Ci sono diversi modo di prendere “Wait for me”, il nuovo album di Moby. Lo si può lasciar scorrere, farsi cullare dalla musica. Oppure lo si può percepire come musicaccia di sottofondo, come "muzak", un pallido ricordo di quello che Moby è stato.
"Wait for me" arriva a poco più di un anno da "Last night", ultimo album per una major. Questo, invece, è stato scritto e registrato praticamente in casa; viene pubblicato in autonomia e dato in licenza a varie etichette. Solitamente, quando gli artisti fanno mosse di questo genere, le fanno con album molto riconoscibili, per minimizzare il rischio dell'autarchia e perché non hanno grandi strutture alle spalle. Così è "Wait for me": una collezione di brani prevalentemente "chill out", con voci "appiccicate" sopra. Le voci non sono quelle blues registrate sul campo come in "Play", ma quelle di amici e cantanti vari, anche se in diversi momenti, lo schema è proprio quello, come in "Study war".
Detto questo, il disco è piacevole, ed è piacevolmente ripetitivo. Easy listening, potrebbe dire qualcuno, e non andrebbe lontano dalla verità. Forse arrivare a definirla "muzak" - musica funzionale d'ambiente, quella per ascensori, supermercati, ecc.- è persino troppo, perché questo termine porta con sé un (pre)giudizio negativo che neanche la "Music for airports" di Brian Eno è riuscita a rimuovere. La musica di Moby sta nel mezzo: elettronica che ormai non ha più la freschezza di "Play", ma si lascia ascoltare per quello che è. Nulla di più e nulla di meno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.