Amici 2017, il commento alla seconda puntata del serale

Amici 2017, il commento alla seconda puntata del serale

Si è appena conclusa la seconda puntata del serale della sedicesima edizione di "Amici", andata in onda questa sera, sabato 1° aprile, su Canel 5. Com'è stata? E quali sono state le esibizioni e i momenti migliori della puntata (a proposito: qui trovate la foto gallery)?

"Tutti contro Morgan": potrebbe essere sintetizzata così la puntata andata in onda questa sera. L'ex frontman dei Bluvertigo, direttore artistico della squadra bianca, è stato al centro di alcuni battibecchi con altri protagonisti del cast di questa edizione, su tutti il professore della squadra blu Rudy Zerbi (che lo ha accusato, in sostanza, di essere uno stratega: "Comincia la campagna elettorale di Morgan", ha detto ad un certo punto), e con il pubblico (che lo ha più volte fischiato). A Maria De Filippi il compito di richiamare all'ordine, spiegando che in realtà Morgan e Rudy Zerbi sono molto amici e che se si tirano frecciatine a vicenda è solo per far divertire e per giocare.

Restando in tema Morgan: il cantautore brianzolo sembra essere il protagonista numero uno di questa edizione del serale. Della gara sembra non importargliene nulla: è lì a parlare di musica, a far ascoltare la musica. Stasera ha tirato fuori dal cilindro "Wham rap!" degli Wham!, il singolo d'esordio ufficiale del duo composto da George Michael e Andrew Ridgeley, uscito nel 1982 - ha fatto cantare la canzone al cantante Thomas Bocchimpani. E a George Michael ha riservato anche un altro bell'omaggio (Elisa, dal canto suo, l'ha riservato a David Bowie)

Quanto ai concorrenti: i cantanti Riccardo Marcuzzo (della squadra blu) e Thomas Bocchimpani (della squadra bianca) sembrano contendersi le preferenze del pubblico (o almeno, così sembra ad ascoltare i cori dagli spalti durante le loro esibizioni - il pubblico, in questa fase del serale, non è chiamato ad esprimere la sua preferenza tramite televoto). Shady sembra piuttosto interessante, ma risulta difficile metterla a fuoco: chi si nasconde dietro quello sguardo misterioso?

Tra i giudici, Ambra Angiolini sembra la vera rivelazione del cast di quest'anno, con i suoi commenti ironici e taglienti (ma vi ricordate quando cantava e ballava a "Non è la RAI"?): nel corso della seconda puntata, l'attrica ha pure "ritrovato" Francesco Renga, con cui è stata legata sentimentalmente per undici anni - qui il video dell'incontro. Ermal Meta, invece, si conferma un giudice molto rigido e obiettivo.

Uno dei momenti migliori della serata è stata la sfida (e annessi commenti di Morgan) che ha visto il ballerino della squadra blu Andreas Muller cimentarsi con un quadro del coreografo e regista Giuliano Peparini sul tema dei bambini vittime delle violenze subite in casa dai rispettivi padri (sulle note di una canzone di Fabio Concato, "051/222525") e il cantautore della squadra bianca Lo Strego cimentarsi invece con la canzone di Nino Manfredi "Storia di Pinocchio" (o "La canzone di Geppetto"), tratta dallo sceneggiato televisivo Rai di Luigi Comencini "Le avventure di Pinocchio". Morgan, prima dell'esibizione di Lo Strego, ha detto:
 

"Mi piacerebbe rispondere a questa prova rimanendo in argomento. Si parla di un padre cattivo, di un padre che picchia i bambini, di bambini che non sono tutelati. Geppetto è l'unico padre grandioso:un poveraccio, un essere umano in mezzo a un mondo di fate, di gatti, di volpi, dove non c'è nulla di reale. Sensibile, senza una lira, a suo figlio dà tutto quel poco che ha da mangiare. È una figura strepitosa".


Al termine della puntata è stato eliminato un concorrente della squadra bianca: ecco di chi si tratta.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.