«ACCETTO MIRACOLI - Tiziano Ferro» la recensione di Rockol

Tiziano Ferro riparte da Timbaland in "Accetto Miracoli"

Ul diario di un'uscita da una crisi, interiore e musicale, verso una nuova serenità e felicità. Tiziano Ferro ha prodotto un disco che riassume la sua storia e la rinnova con nuovi suoni.

Recensione del 22 nov 2019

La recensione

di Mattia Marzi/Gianni Sibilla

Canzoni che parlano di guerre personali e di conflitti interiori. Di crisi da risolvere, a partire da quella che ha portato alla nascita di questo album: uno stallo creativo che ha rischiato di tenere il cantautore di Latina "fermo agli ostacoli", come canta anche nel brano che dà il titolo all'intero disco. È stato il "guru" Timbaland a sbloccarlo: lavorando con lui, Tiziano Ferro ha realizzato il sogno di una vita. E ha inciso un disco, questo "Accetto miracoli", che a quasi quarant'anni (la metà dei quali passata a scrivere e pubblicare canzoni) lo vede voltare pagina, archiviando il passato per guardare al futuro. Rimettendosi in gioco.

Sembrava che "Il mestiere della vita", nel 2016, avesse rappresentato la ripartenza di Ferro dopo la raccolta che due anni prima lo aveva visto celebrare la sua storia. La chiusura di un capitolo, l'inizio di un altro. Poi, però, è successo qualcosa. Alla ricerca di stimoli, di ispirazione e di nuove cose da raccontare, il cantautore ha deciso di mettersi in discussione. Rivoluzionando il suo metodo di lavoro: quello solito, che dagli esordi con "Rosso relativo" lo aveva visto lavorare gomito a gomito con Michele Canova, diventato negli anni il produttore più richiesto dalle popstar italiane. Un metodo ormai troppo schematico e prevedibile. Ferro aveva bisogno di qualcuno che gli togliesse il tappeto da sotto ai piedi ed è arrivato Timbaland, nato artisticamente nei primi anni '90, salito alla ribalta intorno alla metà del Duemila (grazie alle collaborazioni con star della musica hip hop e r&b) ma finito un po' in secondo piano negli ultimi anni con l'ascesa dei vari Diplo, Skrillex, Max Martin e Frank Dudes, diventati di fatto i punti di riferimento delle nuove stelle della musica internazionale: con lui, Tiziano è uscito fuori dalla sua comfort zone, ha riscoperto le sue radici e ha aggiunto un tassello in più alla sua discografia.

Da un lato il soul, l'r&b, la musica americana, i beat potenti di Timbaland (che in alcuni passaggi suonano volutamente retrò, come nei dischi che il cantautore consumò da ragazzino: Usher, Missy Elliott, Aaliyah) in "Vai ad amarti", "Come farebbe un uomo", "Seconda pelle", "Le 3 parole sono 2", "Un uomo pop", "Buona (Cattiva) sorte", vicine ai suoni di "Rosso relativo" e "111" che Ferro aveva rispolverato con "Il mestiere della vita". Dall'altro le melodie ariose delle ballate diventate da "Nessuno è solo" in poi la specialità del cantautore, e che qui ritroviamo in "Amici per errore", "In mezzo a questo inverno" (prodotta da Tiziano stesso), "Il destino di chi visse per amare" e "Casa a Natale". In "Accetto miracoli" Ferro continua a giocare con i due poli opposti della sua musica, fondendoli però in un unico disco.

C'è uno stereotipo, nell'arte e nella musica: quando si è felici, la creatività cala, mentre quando si soffre si creano le cose migliori. È, appunto, uno stereotipo. Tiziano Ferro è felice, ve lo abbiamo raccontato nella nostra intervista.  "Accetto miracoli" è il diario di un'uscita da una crisi, interiore e musicale, verso una nuova serenità e felicità. Tiziano Ferro ha prodotto un disco che riassume la sua storia e la rinnova con nuovi suoni: una ripartenza da zero, senza dimenticare il passato.

TRACKLIST

01. Vai Ad Amarti (04:07)
02. Amici Per Errore (02:53)
03. Balla Per Me (03:25)
06. Seconda Pelle (03:35)
08. Le 3 Parole Sono 2 (03:50)
09. Casa A Natale (04:06)
10. Un Uomo Pop (03:13)
12. Accetto Miracoli (03:31)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.