SYMPHONICA IN ROSSO (LIVE AT ZIGGO DOME AMSTERDAM) (CD+DVD)

Bmg Rights Managemen (CDx2)

Voto Rockol: 3.5 / 5

di Paolo Panzeri

I Simply Red tornano sul mercato con un live album che testimonia le tre speciali serate – un unicum chiamato ‘Symphonica in Rosso’ – svoltesi nell’ottobre 2017 allo Ziggo Dome di Amsterdam. Dopo lo scioglimento, avvenuto nel 2010, con tanto di concerto di addio alla O2 Arena di Londra, il ritorno nel 2015 con l’album di inediti “Big Love” e ora questo disco dal vivo, dove, a sostenere l’inconfondibile voce di Mick Hucknall c’è un’orchestra di 40 elementi: la Guido’s Orchestra, diretta da Guido Dieteren. Il risultato è un disco gradevole, del resto il repertorio della formazione inglese si presta perfettamente ad essere supportato dalla morbidezza degli archi e Mick non può che andare a nozze con questo genere di arrangiamenti. “Symphonica in Rosso” è un evento che si svolge a cadenza annuale in Olanda, giunto nel 2017 alla decima edizione, dove viene invitato a salire sul palco un artista che abbia alle spalle una carriera di un certo spessore. Per dire, negli scorsi anni si sono esibiti Sting, Diana Ross e Lionel Richie.

Il concerto si apre con il classico “All or Nothing at All” di Frank Sinatra, omaggio all’incontrastato re dei crooner in saecula saeculorum. Ma non è l’unica cover che verrà proposta, trovano spazio anche: “It Was a Very Good Year” scritta da Ervin Drake nel 1961 (la cui versione più nota è, ancora, quella di Frank Sinatra), “Holding Back the Years” dei Frantic Elevators (il gruppo di ispirazione punk in cui ha militato il giovane Hucknall prima di fondare i Simply Red, e virare su un genere totalmente diverso, la canzone venne incisa dapprima nel 1982 e poi riproposta dai Simply Red nell’album d’esordio del 1985 “Picture Book”), “It’s Only Love” di Barry White (canzone del 1978 intitolata originariamente “It’s Only Love Doing Its Thing”, poi ripresa dai Simply Red per il terzo album “A New Flame” del 1989), “My Way” (‘anthem’ di Frank Sinatra che riprese il brano francese “Comme d’Habitude” di Claude Francois) e “If You Don’t Know Me By Now” di Harold Melvin and the Blue Notes (anche se questa canzone incisa nel 1972, come “It’s Only Love” inserita in “A New Flame”, la si può considerare parte del repertorio dei Simply Red, la loro cover, infatti, raggiunse i piani alti delle charts di mezzo mondo). E poi ci sono le canzoni dei Simply Red.

I Simply Red, ora, più di sempre, una denominazione che può essere identificata con Mick Hucknall, hanno alle spalle una carriera di indubbio successo con una sessantina di milioni di copie vendute dei loro album. Quindi in “Symphonica in Rosso” le canzoni non mancano e molte di esse possono essere considerate dei veri e propri classici; c’è il fascino dell’orchestra a cui è sempre difficile resistere; c’è anche il pubblico che canta e applaude entusiasta; c’è Mick che per l’occasione – non poteva essere altrimenti – si è infilato un elegante abito da sera (lo potete vedere nel DVD) e anche se la voce con il tempo si è fatta più roca e meno squillante non ha perso di carisma. Insomma: rilassatevi, mettetevi comodi, “Symphonica in Rosso” vi terrà compagnia.