«ELDORADO - Mau Mau» la recensione di Rockol

Mau Mau - ELDORADO - la recensione

Recensione del 01 apr 1998

La recensione

I Mau Mau continuano il loro pellegrinaggio geomusicale in giro per il mondo: attraversano la Galizia, arrivano a Bahia con il cuore alle Langhe e la testa persa nei ritmi d’Africa, e con Eldorado mettono insieme una mappa di un luogo impossibile quanto reale, fatto di vita come è e non come dovrebbe essere. Una prova molto importante, questa, per il gruppo di Luca Morino e Fabio Barovero, omogenea nelle canzoni e nello spessore dei testi. A voler fare una critica si può dire che lo stile musicale del gruppo dimostra da diverso tempo di essere fermo e arroccato su posizioni ben solide, tali da scoraggiare le speranze di un cambiamento. Mentre sul versante degli arrangiamenti il gruppo non manca di arricchire il proprio vocabolario e il proprio lessico con strumentazioni, suoni e ispirazioni di volta in volta diversi, sul versante ‘canzone’, invece, dall’album dei Mau Mau non emerge lo stesso tipo di elasticità. Intendiamoci, stiamo comunque parlando di un album che è un perfetto esempio di nuova musica italiana, cosmopolita e ‘fratello’ nei confronti del mondo come si dovrebbe essere alle soglie di questo benedetto terzo millennio. I Mau Mau sono dei viaggiatori di oggi, dei moderni musicisti girovaghi, che prendono di petto la vita guardandola negli occhi, anche quando non è facile, facendosi incantare dalle visioni, talvolta tormentate, del sud del mondo. L’album è prodotto da Cesare Malfatti dei La Crus, ed è un esempio di come, anche da questo punto di vista, la musica italiana sia cresciuta notevolmente. Ascoltate gli ottoni infettati de "Nella città proibita" e pensate all’orchestra di Sanremo: qual’è il mondo reale?

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.