«FIRECRACKER - Lisa Loeb» la recensione di Rockol

Lisa Loeb - FIRECRACKER - la recensione

Recensione del 19 feb 1998

La recensione

Ok, ok, ok: non sono obiettivo. Ho amato Lisa Loeb da quando ho ascoltato per la prima volta un cd di quattro brani che anticipava l’uscita di "Tails", il suo primo lavoro. E’ la tipica cantautrice statunitense in cui ritrovo Rickie Lee Jones e Alanis Morissette, Joni Mitchell e i Counting Crows, in una parola ‘quel’ rock cantautorale americano che continua a saldare i conti con la west coast. "Tails" era già un ottimo album, lei era bellissima nelle foto interne, con degli occhiali che ne esaltavano il viso praticamente da top model. E vedere adesso Natalie Imbruglia scorrazzare nelle classifiche con il suo faccino acqua e sapone e una manciatella di canzoni più imbarazzanti che sbarazzine, mi fa ancora di più salire il sangue agli occhi. Se proprio volete un po’ di quella musica, ma scritta bene, cantata bene, insomma fatta bene, beh, buttatevi su Lisa Loeb e su questo "Firecracker". Se non è carina quanto la Imbruglia poco ci manca, ma, ragazzi, con la differenza che qui non si scherza, si fa sul serio. Niente telenovelas australiane, Lisa suona da quando è nata e in questi anni ha fatto più concerti di quanti la Imbruglia e i suoi parenti di generazioni ne abbiano mai visti. Testi diretti e personali, melodie che ce la confermano per molti versi come l’erede diretta di Edie Brickell pre-Paul Simon, un disco semplice e immediato che vi lascia subito in mente una manciata di buone canzoni da riascoltare: "I do", già primo singolo estratto dall’album, "Wishing heart", "This" e "How" ne sono delle ottime dimostrazioni. Speriamo che "Firecracker" non passi inosservato: e d’altronde c’è troppo talento dentro perché ciò possa succedere.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.