«FREE - Gavin DeGraw» la recensione di Rockol

Gavin DeGraw - FREE - la recensione

Recensione del 21 apr 2009 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Ogni tanto nella music-biz succedono ancora cose che ti stupiscono piacevolmente. Per esempio: un artista - uno di quelli su cui si punta molto, a livello discografico - che incide un disco praticamente in presa diretta, e lo pubblica all'improvviso.
"Free" esce ad un anno di distanza esatta dal secondo album "Gavin DeGraw". Un disco piacevole, quest'ultimo, ma troppo prodotto e troppo rock per un artista che pur essendo bianco ha una forte anima black.
Bene, dimenticatevi tutto: "Free" riporta Gavin DeGraw alle sue origini, al suono del bell'esordio "Chariot".
La spontaneità in studio è uno dei tanti miti romantici della musica rock: quante volte abbiamo letto sulle note di copertina dei dischi, soprattutto dei live, "no overdubs"? Nel caso di "Free" significa una cosa sola: il suono è meno pulito, più caldo e naturale. Insomma, meno ProTools e meno ripulitura digitale, più spazio ad un impasto dai toni quasi analogici.
Significa anche che DeGraw è più rilassato, con canzoni che mettono in bella vista la sua voce piuttosto che seppellirla in un blocco compatto come succedeva con il disco precedente. Probabilmente manca a questo disco il singolone, alla "Chariot" o alla "Fell in love with a girl", anche se la ballata "Stay" ci si avvicina parecchio. Per il resto: 9 canzoni, una rielaborazione di un brano del disco precedente e una cover di Chris Whitley ("Indian summer"). Potrebbe sembrare pochino, meno di 40 minuti, e solo 7 brani nuovi. Invece "Free" ha tutto quello che ci dovrebbe essere in un buon disco. Bentornato.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.