Sanremo 2021: chi è stato escluso e chi non ci sarà

Mentre impazza il toto-nomi, la rosa dei papabili Big in gara si sfoltisce: esclusi Morgan e Leo Gassmann. Carboni, Bertè, Rocco Hunt non avrebbero presentato pezzi.
Sanremo 2021: chi è stato escluso e chi non ci sarà

Mancano poche ore all'annuncio dei big in gara al Festival di Sanremo 2021. Domani sera, nel corso di Sanremo Giovani, lo speciale di Rai1 dedicato alle finali delle selezioni degli emergenti (SCOPRI QUI IL CAST IN DIRETTA), oltre a comporre la rosa delle 8 Nuove Proposte in gara al Festival Amadeus svelerà anche la lista dei campioni. Saranno tutti presenti fisicamente al Teatro del Casinò di Sanremo, da dove andrà in onda la serata.

Saranno 26, come rivelato da Amadeus: "Volevo dare un segnale importante rispetto alla musica. Sarà il Festival 70+1. Il mio Sanremo quest'anno è stato l'ultimo momento di aggregazione. Mi piacerebbe ripartire da lì", ha spiegato il conduttore e direttore artistico. Il toto-nomi, alla vigilia dell'annuncio, impazza. Ma sui social arrivano anche i primi post degli esclusi: da Morgan, che come al (suo) solito ha trovato il modo per finire al centro dell'attenzione, al vincitore delle "Nuove Proposte" di quest'anno Leo Gassmann, passando per i Fast Animals and Slow Kids.

Morgan a novembre: "Presenterò un pezzo"

L'ex frontman dei Bluvertigo, tra i protagonisti indiscussi del Festival di Sanremo 2020 per via della lite in diretta con Bugo diventata un cult (il video è stato il più visto dagli italiani su YouTube quest'anno, con ben 17 milioni di visualizzazioni), aveva fatto sapere a Rockol lo scorso novembre di essere intenzionato a presentare alla commissione musicale capitanata da Amadeus - che peraltro lo ha voluto tra i membri della giuria televisiva di AmaSanremo, accanto alla direttrice d'orchestra Beatrice Venezi, a Piero Pelù e a Luca Barbarossa - un brano per partecipare a Sanremo tra i Big. "Amadeus è una persona intelligente. Spero che mi ringrazi e che mi dica: 'È stata un'intuizione geniale'", aveva detto commentando la lite con Bugo, "non lui, non Fiorello: è Morgan che ha fatto esplodere gli ascolti di Sanremo 2020. Ho fatto pure vendere i dischi a Bugo. Vogliamo farmi una statua?".

Lo sfogo del cantautore: "Commissione senza competenze musicali"

Il brano, alla fine, l'ex giudice di "X Factor" lo ha presentato. Più di uno. Ma le sue proposte - spiega lui sui social - non sono piaciuta ad Amadeus, che lo ha escluso per "scelta artistica": "Scatena grande ilarità in quanto parole proferite da chi artista non lo è ma soprattutto non accompagnate da alcuna motivazione nel merito delle canzoni che sono state proposte, anche se ciò è logico perché tale commissione innanzi tutto non ha competenze in ambito musicale quindi non potrebbe argomentare ma soprattutto perché credo che le canzoni non siano state ascoltate".

Morgan fu escluso già nel 2010, dopo essere stato annunciato tra i concorrenti del Festival di Sanremo di Antonella Clerici, per via di alcune controverse dichiarazioni rilasciate a margine di un'intervista a poche settimane dall'inizio della manifestazione. Sul palco dell'Ariston, che calcò per la prima volta nel 2001 insieme ai Bluvertigo con "L'assenzio (The power of nothing)", avrebbe dovuto presentare "La sera", brano poi finito all'interno della raccolta "Morganicomio". Tornò in gara nel 2016 insieme agli stessi Bluvertigo, con "Semplicemente": il gruppo fu escluso prima della finale, mancando pure il ripescaggio.

Il caso Leo Gassmann

Sorprende l'esclusione di Leo Gassmann, vincitore tra le "Nuove Proposte" quest'anno con "Vai bene così" Negli ultimi cinque anni, tra i vincitori della categoria cadetti che poi si erano candidati per la categoria Big, solo Lele - vincitore tra le "Nuove Proposte" nel 2017 con "Ora mai" - era stato escluso.

Promozione nella categoria principale, invece, per Giovanni Caccamo (vincitore nel 2015 tra le "Nuove Proposte" con "Ritornerò da te" e terzo classificato, in coppia con Deborah Iurato, nel 2016 tra i "Big" con "Via da qui"), Francesco Gabbani (primo nel 2016 tra i giovani con "Amen" e nel 2017 tra i campioni con "Occidentali's karma"), Ultimo (primo tra le "Nuove Proposte" nel 2018 con "Il ballo delle incertezze", secondo nel 2019 tra i "Big" con "I tuoi particolari"). Diverso il caso di Mahmood e di Einar, entrambi vincitori del concorso separato di Sanremo Giovani 2018 e dunque ammessi al Festival di Sanremo due mesi dopo direttamente tra i "Big": Mahmood trionfò a sorpresa con la sua "Soldi".

Il vincitore delle Nuove Proposte 2020 sui social: "Non ci sarò"

Gassmann, 22 anni, lanciato nel 2018 da "X Factor" (arrivò quinto), affida a un post pubblicato su Instagram il suo rammarico: "Molti di voi mi stanno domandando se parteciperò a Sanremo quest'anno. Non ci sarò. Non vi nascondo che mi avrebbe fatto piacere esserci, ma è giusto così. Ogni artista ha il proprio messaggio da comunicare e ha il diritto di presentarlo in un festival come questo. Non c'è mai un vincitore o uno sconfitto. Fino a quando avremo la libertà di esprimerci nessuno potrà mai ferirci. È giusto che ci sia spazio per tutti. Il mio percorso l'ho iniziato l'anno scorso ed è andato tutto bene. Sono felice e onorato di poter vivere per la musica".

Niente Sanremo per Michele Bravi

Non sarà all'Ariston neppure Michele Bravi, già escluso quest'anno. Annunciando l'uscita del suo nuovo album "La geografia del buio", più volte rinviata e ora fissata al 29 gennaio 2021, il cantante umbro - coinvolto nel 2018 in un incidente stradale nel quale ha perso la vita una donna: lo scorso luglio Bravi, accusato di omicidio stradale, ha patteggiato una condanna a un anno e sei mesi che prevede la sospensione e la non menzione della pena nel casellario giudiziale - scrive su Instagram: "Mi state chiedendo se ci sarò anche io a Sanremo 2021 e tanti di voi mi scrivono in trepidante attesa. Ci tengo io a dirvelo in prima persona: per questa edizione la risposta è no. “La geografia del buio” è un disco che parla di umanità in maniera tanto delicata e morbida e che scopre nuove possibilità di orientarsi in un mondo che sembra apparentemente senza luci o indicazioni certe".

Il frontman dei Fast Animals and Slow Kids: "Noi a Sanremo? Una fake news"

Con una storia pubblicata ieri sul suo account Instagram ufficiale, Aimone Romizi, 32enne cantante della band perugina dei Fast Animals and Slow Kids, ha smentito le voci relative alla partecipazione del gruppo al Festival: "Non siamo a Sanremo, è una fake news. Mi state scrivendo in 180 mila". Poi, ha aggiunto: "Per news in merito chiedete direttamente all'Ama nazionale", riferendosi chiaramente al conduttore e direttore artistico Amadeus. Quello del gruppo è stato tra i più gettonati, negli ultimi giorni, nel toto-nomi. Lo scorso anno la band ha pubblicato l'album "Animali notturni", il primo inciso per una major, Warner. 

Il toto-nomi. Per "Il Messaggero" dentro Orietta Berti, Extraliscio, Noemi (con brano di Mahmood?). Per l'Ansa Fedez-Michielin, Arisa, Fulminacci, Annalisa.

Le voci sui nomi dei 26 "Big" in gara, intanto, si rincorrono. "Il Messaggero" riferisce di aver appreso dai diretti interessati che Luca Carboni, Loredana Bertè, Carmen Consoli, Zero Assoluto e Rocco Hunt, tutti citati nei toto-nomi pubblicati in rete e sui giornali, non si sarebbero proposti. Secondo quanto appreso da Rockol, non si sarebbe proposta neppure Mara Sattei, tra i nomi più gettonati del momento: la sua "Altalene", incisa insieme a Coez per il mixtape "BV3" di DJ Slait, di Low Kidd, Young Miles e di ThaSupreme (è la sorella del trapper), continua a macinare numeri importanti sulle piattaforme di streaming e ha recentemente co-firmato l'inedito della vincitrice di "X Factor", Casadilego, "Vittoria".

Sempre secondo il quotidiano romano sarebbero dentro .Orietta Berti, accompagnata dai romagnoli Extraliscio (all'ultimo album della band, "Punk da balera", Elisabetta Sgarbi ha dedicato un documentario presentato all'ultima Mostra del Cinema di Venezia), e Noemi (con un brano firmato da Mahmood, lascia intendere il giornale). L'Ansa punta su Fedez in coppia con Francesca Michielin, Arisa, Noemi, Annalisa, Malika Ayane, Max Gazzè, Francesco Renga, Ermal Meta, Madame, Fulminacci, Willie Peyote, i Maneskin, La Rappresentante di Lista, Irama, Ghemon e Lo Stato Sociale. L'Adnkronos aggiunge Aiello, Mr. Rain, Federico Rossi (del duo Benji & Fede, ora in pausa) ed esclude Anna Oxa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.