Metallica: come il Coronavirus ha aiutato James Hetfield a ‘godersi la vita’

‘Una pandemia non è qualcosa di gradito. Le persone soffrono. Le persone muoiono’, dice il frontman della band di ‘Kill ‘em all’. Ma aggiunge: ‘Per me è stata utile per mollare un po’ la presa’.
Metallica: come il Coronavirus ha aiutato James Hetfield a ‘godersi la vita’

Poco prima dell’arrivo della pandemia da Coronavirus, a gennaio il leader della band di “Kill ‘em all” ha fatto la sua prima apparizione in pubblico, dopo il percorso di riabilitazione intrapreso a settembre dello scorso anno a causa dei suoi problemi legati alla dipendenza di alcol e altre sostanze, a cui ha fatto seguito a febbraio la prima esibizione di James Hetfield dal vivo dopo il rehab. Con la diffusione del Covid-19 e il periodo di quarantena il frontman dei Metallica - come raccontato a fine agosto dallo stesso artista a margine di un’intervista rilasciata all’emittente radiofonica SiriusXM - ha trascorso le proprie giornate componendo “un sacco di materiale” per la sua band che, come testimoniato da 

un video pubblicato sui social dalla formazione di Los Angeles, verso la fine dell’estate è tornata in studio insieme e poi ha registrato uno show successivamente trasmesso nei principali drive in e arene all'aperto statunitensi e canadesi. Durante una chiacchierata tenutasi in occasione di un incontro virtuale per la fanzine del fan club dei Metallica, So What!, Hetfield ha narrato come in realtà per lui la pandemia da Coronavirus non ha significato solo un’occasione per lavorare a nuova musica e pensare al prossimo capitolo discografico del gruppo statunitense - che, come spiegato recentemente da Lars Ulrich, non ha ancora fatto programmi per la pubblicazione di un nuovo lavoro di inediti. Il frontman della formazione di “Ride the lightning” ha raccontato che per lui la diffusione del Covid-19 ha portato a un periodo sospeso che ha offerto al frontman dei Metallica un’occasione per “godersi la vita”. 

Prima di condividere la sua esperienza personale, però, Hetfield ha sottolineato molti degli aspetti negativi derivati dalla diffusione del Coronavirus che hanno colpito la vita delle persone di tutto il mondo e ha detto: “Una pandemia non è qualcosa di gradito. Le persone soffrono. Le persone muoiono. C'è un sacco di gente che lotta, davvero, che fa fatica a trovare risorse, ovunque viva non può più permettersi nulla. La vita sta cambiando drasticamente”.

Spiegando poi come la pandemia sia stata d’aiuto per lui a “mollare un po’ la presa”, il frontman dei Metallica - che lo scorso 28 agosto hanno pubblicato l’album dal vivo “S&M²” (leggi qui la recensione), testimonianza dei concerti tenuti a settembre del 2019 dalla band statunitense alla Chase Center di San Francisco con la San Francisco Symphony per celebrare il ventesimo anniversario dei due spettacoli del 1999 andati in scena sul palco del Berkeley Community Theatre con l’orchestra diretta dal compianto Michael Kamen - ha affermato:

“Per questo non voglio sembrare freddo a proposito di questo argomento, ma per me personalmente la pandemia mi ha aiutato a mollare un po’ la presa, sospendere i lavori, fermare il circo di quello che sta succedendo con la band, il tour e tutta quella roba, anche i problemi familiari. È davvero bello avere il tempo di essere, semplicemente. Solo essere. Non c'è bisogno di avere un’agenda, ma solo di rilassarsi, per godersi la vita nell’ottica dell’esistenza, per entrare in contatto con la mia comunità qui in Colorado”.

Riflettendo sul suo stile di vita regolare, a cui era abituato prima della pandemia, e alle sue abitudini lontane dalla comunità in Colorado, James Hetfield ha detto: “Questa è stata sicuramente una cosa difficile per me in passato perché andavo e veniva ogni poche settimane, non potevo sottoscrivere qualsiasi impegno o dire: ’Ehi, facciamolo qualcosa una volta alla settimana', o stare insieme e organizzare barbecue, dedicarmi ai sigari o qualsiasi altra cosa, quelle cose settimanali che le persone possono fare. Non ero in grado di fare queste cose e ora lo sono. Mi sono costruito una fantastica comunità di amici, veri amici, e non sarebbe successo nulla di ciò se non avessi avuto questo tempo”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.