«GOOD VIBRATIONS - LA STORIA DEI BEACH BOYS - Roberta Maiorano e Aldo Pedron» la recensione di Rockol

Roberta Maiorano e Aldo Pedron - GOOD VIBRATIONS - LA STORIA DEI BEACH BOYS - la recensione

Recensione del 11 mag 2017

La recensione

E cosa gli vuoi dire, a Aldo Pedron, primo fan e massimo esperto italiano dei Beach Boys? Se scrive lui un libro sulla band, puoi star sicuro che ci troverai dentro tutto quello che serve sapere sulla band dei fratelli Wilson, e anche un po’ di più. La sua conoscenza è enciclopedica, e si riflette pienamente nei contenuti di questo volume che è per certi versi il definitivo compendio della storia dei Beach Boys.

Ciò premesso – il che rende assolutamente indispensabile l’acquisto per chiunque desideri avere in casa un libro in italiano sull’argomento – c’è solo da rimpiangere che, per ovvie ragioni di proporzione fra numero di pagine e prezzo al pubblico, l’autore sia stato (ipotizzo, ma credo di non sbagliare) spinto a sforbiciare la sua prima e originaria stesura. E c’è da dispiacersi che, chiunque abbia fatto da editor o da curatore, abbia trascurato di evitare ridondanze e duplicazioni fra i testi di Pedron e quelli della coautrice (i primi, presumibilmente, dedicati all’analisi della produzione discografica, i secondi altrettanto presumibilmente ai collegamenti storico-narrativi); ci sono anche un paio di discrepanze, come quella sul gradimento del nome imposto al gruppo – a pagina 31 e 256 – e come quella sulla destinataria di “Surfer girl”, a pagina 49 e 52, che andranno corrette nella prima, auspicabile ristampa. Ma lo sappiamo come si lavora in Italia sui libri di argomento musicale (ovvero si tira un po’ via, come mi capita spesso di dispiacermi su queste pagine), anche quando, come in questo caso, l’editore (Arcana) è specializzato proprio in libri su questi temi.

Ecco: secondo me, il lavoro di Aldo Pedron – che, anche così, come ho già detto, è comunque imprescindibile – avrebbe meritato un po’ di cura in più da parte dell'editore.

Franco Zanetti

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.