«BUY NOW...SAVED LATER - One Minute Silence» la recensione di Rockol

One Minute Silence - BUY NOW...SAVED LATER - la recensione

Recensione del 23 mag 2000

La recensione

Strano caso quello degli inglesi One Minute Silence. Provenienti dalla nebbiosa terra d’Albione, in cui la musica è principalmente tendente al pop marcato Oasis, dove il metal ed il crossover di produzione nazionale non hanno mai trovato terreno fertile perché incapaci di competere con i “mostri”americani, il gruppo sembra essere ora una valida risposta allo stradominio musicale dello Zio Sam. Il secondo album “Buy now…saved later”, oltre ad introdurci il nuovo chitarrista Massimo Fiocco (dalle chiare origini italiane), si svincola finalmente da quelle palesi influenze alla Rage Against The Machine che compromettevano irreparabilmente un giudizio critico ed equilibrato sul primo lavoro, “Available in all colors”. Qualche nota che riconduce alla band di Zack De La Rocha esiste sempre nelle composizioni degli OMS, e alcuni slogan cantati dal singer Yap (ascoltare il ritornello della canzone “Food for the brain”) sembrano quasi volerli ricordare troppo apertamente, ma gli One Minute Silence - grazie ad una chitarra capace di tessere pesanti riffs ed una voce “sofferta” e “psicotica” che guida tutti gli umori delle canzoni - si spostano per tutto il resto della tracklist decisamente su altri binari. La produzione di Colin Richardson (Fear Factory, Carcass, Brutal Truth) rende più marcata l’impronta “metallica”, conferendo alla band un’identità musicale quasi unica, di difficile accostamento con altri acts. Gli One Minute Silence sembrano soprattutto una live band, capace di esprimere al meglio la propria carica energetica calcando i palchi; e catturare tutto l’argento vivo degli inglesi su di un Cd non deve essere stata un’impresa facile per Richardson. Ascoltando “Holy man”, “Roof of the world”, “210 dog ears”, “A spoonful of sugar” e lo slapping maniacale del basso di Glen Diani si evince che l’obiettivo in sede di produzione è stato quasi raggiunto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.