«CORA - La Pina» la recensione di Rockol

La Pina - CORA - la recensione

Recensione del 22 mag 2000

La recensione

Uffa, com'è brava questa Pina, e quanto stridente è il contrasto tra il suo nome così "sfigato" e la piacevolezza del suo disco: realizzato con Re Giuliano Palma e con Patrick Benifei, che assieme a lei hanno sia prodotto sia arrangiato (sia suonato) i pezzi.
Uffa, com'è brava, che la può ascoltare chiunque, anche quelli che del rap italiano non vogliono saperne nulla. Com'è brava, che si scrive i testi da sola e si mette a nudo mostrandosi dolce e a tratti un po' triste: prendete per esempio "Come ti senti?", in cui canta: "Dimmi come ti senti ora che nessuno ti sfila il pigiama e ti fa i complimenti... tu come ti senti se ti nascondi e ti trovano sempre in pasto alla gente... ci si sente piccoli e fragili calici in preda a brindisi inutili".
Uffa, com'è brava, che ha fatto un album che è davvero un album, non il solito specchietto per le allodole con due brani decenti e il resto che fa schifo. Com'è brava (e fortunata, anche), che si sceglie bene i musicisti e ripesca gli amici del passato (i Gente Guasta: c'è Esa in "Warriors don't cry" e Polare in "io ci sarò", ma anche Sab Sista, in "Pronte a tutto").
Il risultato è che "Cora" non è solo un disco rap, ma anche soul - perché no: nel senso più letterale del termine - uno di quegli album che puoi mettere in sottofondo e farti cullare dalla musica mentre stai occupandoti d'altro, oppure ascoltare con attenzione (almeno una volta, fatelo), e imparare le canzoni e canticchiarle seguendo i testi sul libretto. Uno di quegli album in cui i brani contengono domande a cui ti senti quasi obbligato a dare risposte: "Tu non hai mai dato né chiesto fiducia, in base a che cosa ti aspetti la pace?" ("Tu non hai mai"). Il punto di vista, è chiaro, è squisitamente femminile: "Sono disposta a dare tempo prima di puntare e fare fuoco" ("Pronte a tutto"), cosa che un maschio non farebbe.
E dire che La Pina sostiene di non "ascoltare molta musica", e di essere semplicemente "innamorata delle canzoni", che sole "sanno rendere la vita migliore". Evviva lei, il beat, il rap; evviva la sua grinta e la sua capacità di dire cose sensate ("E mentre tu mi spogli io ti vesto di canzoni"). A proposito, chi è Cora? Il cane della Pina. A lei, a Marvin (il cane di Giuliiano Palma) e a tutti gli altri quattrozampe del mondo è dedicata "Dammi ancora", la canzone che apre l'album. Chapeau...

TRACKLIST

01. Dammi ancora
02. Come ti senti?
03. Tu sei cosa mia
04. Tu non hai mai...
05. Non dimentico più
06. Mi guarda la tua bocca
07. Cin cin
08. Io ci sarò
09. Warriors don't cry
10. Pronte a tutto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.