«BLACK DIAMOND - Angie Stone» la recensione di Rockol

Angie Stone - BLACK DIAMOND - la recensione

Recensione del 01 mar 2000

La recensione

“Black diamond”
Arista/BMG Ricordi

Bastano pochi minuti per capire che con “Black diamond” si è al cospetto di una matura e sofisticata diva soul. Angie Stone non è una vera debuttante, anche se questo è il suo primo album. Le esperienze musicali con Mantronix, Lenny Kraviz e con il suo gruppo Vertical Hold hanno già forgiato abbondantemente il suo stile e la sua professionalità. E’ tuttavia con D’angelo che la Stone ha fatto un notevole passo avanti: al suo fianco ha partecipato alle registrazioni di quel capolavoro di nu-soul che è “Brown sugar”, un disco seminale per il soul di fine secolo e nel quale si possono ritrovare qua e là le impronte di Angie Stone. Un’esperienza quindi fondamentale per questa affascinante vocalist, il cui talento si pone oggi in un’area difficile e non priva di superbe concorrenti (su tutte Erykah Badu, Lauryn Hill e Mary J. Blige). Angie però non intende stare a guardare e con questo debutto da solista vuole chiaramente conquistarsi uno spazio nel cuore degli appassionati di soul music. E ci sta già riuscendo, visto il buon successo che il disco sta ottenendo negli States. L’album è in effetti un concentrato di old school soul e di nuovo soul (o nu-soul, se preferite), un disco dove convivono atmosfere tipicamente del passato (vedi i campionamenti usati di Earth Wind & Fire e Gladys Knight And The Pips ) e suoni ultra moderni, con un raro e quanto mai riuscito equilibrio. Le interpretazioni della Stone sono vellutate, mai aggressive, anche se non mancano virtuosismi vocali. Sebbene non citate come riferimenti, sono vivide le ispirazioni a Chaka Khan e Roberta Flack, soprattutto nelle ballad più morbide e sensuali. Meno riuscito il tentativo di riprendere Marvin Gaye, che Angie ha voluto celebrare con l’onesta (ma non esaltante) cover di “Trouble man”. Il punto forte dell’album consiste nell’originalità del suo insieme, nella giusta scelta di non uniformarsi al “plasticoso” R&B odierno ma di proporsi con uno stile personale e mai aggressivo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.