«ROLL WITH THE PUNCHES - Van Morrison» la recensione di Rockol

Van Morrison in "Roll with the punches" omaggia il blues

Van Morrison è tornato con "Roll with the punches", niente male davvero!

Recensione del 22 set 2017 a cura di Paolo Panzeri

La recensione

Lo scorso 31 agosto di anni ne ha compiuti settantadue, l’ascolto del nuovo disco non lo farebbe pensare. La sua inconfondibile e miracolosa voce non conosce l’usura del tempo, può perdere alcune sfumature ma acquistarne altre. E’ sempre maledettamente unica e fenomenale. Con questo nuovo “Roll with the punches” il computo totale degli album incisi da Van Morrison sale a trentasette. Viene pubblicato un solo anno dopo avere dato alle stampe, nel settembre 2016, “Keep me singing”. Lo scorso anno Van dette fondo alla sua penna regalandoci un disco di inediti, quest’anno le canzoni da lui firmate sono cinque su un totale di quindici. Le altre dieci sono reinterpretazioni di classici e non pescati nel vasto repertorio di quel genere conosciuto come rhythm’n’blues. Brani come “Goin’ to Chicago” di Count Basie e Jimmy Rushing, “Bring it on home to me” di Sam Cooke, “Automobile blues” di Lightnin’ Hopkins, “Ride on Josephine” di Bo Diddley, “Benediction” di Mose Allison o l’immortale “Stormy Monday”, per citare solo qualcuno dei titoli presenti.

Van Morrison ha voluto spiegare molto chiaramente, senza giri di parole, come da sua prerogativa, i motivi per i quali ha voluto rendere omaggio al blues. Nella sua dichiarazione, implicitamente, ha svelato i perché della scelta di queste cover per la tracklist di “Roll with the punches”: “Sono entrato in contatto con il blues quando ero molto piccolo. La cosa che amo di questo genere è che non devi esaminarlo, solo suonarlo. Non ho ma analizzato troppo la mia musica, la compongo e basta. La musica deve essere solamente suonata ed è questo il modo in cui funziona il blues, è un’attitudine. Sono stato fortunato ad incontrare i più grandi: John Lee Hooker, Jimmy Witherspoon, Bo Diddley, Little Walter e Mose Allison. Li ho frequentati e ho assorbito ciò che facevano. Erano persone senza un grosso ego e mi hanno insegnato moltissimo”.

Come detto da Van, la musica è un’attitudine e così va suonata. Sicuramente questa attitudine diventa più rotonda e completa se in sala di incisione sei accompagnato dal talento di prim’ordine di personaggi quali Georgie Fame, Jeff Beck, Chris Farlowe, Paul Jones e Jason Rebello. Van Morrison è un performer con pochi eguali, l’unico possibile rischio al quale si poteva esporre con “Roll with the punches” era quello di cedere alla tentazione di vestire i panni del mattatore, perdersi in inutili virtuosismi e sentirsi più grande della musica interpretata. Inutile dire che così non è stato. Inutile dire che “Roll with the punches” è un album all’altezza della fama e del talento di Van Morrison che, una volta di più, dà bella mostra di sè. Van the Man è tornato ancora, che Iddio ce lo conservi.

TRACKLIST

02. Transformation (03:31)
03. I Can Tell (03:51)
04. Stormy Monday / Lonely Avenue (05:30)
05. Goin' To Chicago (05:22)
06. Fame (05:06)
07. Too Much Trouble (03:04)
09. Ordinary People (04:41)
10. How Far From God (03:47)
12. Automobile Blues (03:39)
13. Benediction (03:12)
14. Mean Old World (04:59)
15. Ride On Josephine (03:02)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.