«INTO THE PINK - Verbena» la recensione di Rockol

Verbena - INTO THE PINK - la recensione

Recensione del 20 gen 2000

La recensione

A diversi anni di distanza dalla morte di Kurt Cobain, c’è ancora in giro una grande nostalgia dei Nirvana e i Verbena sembrano volersi accreditare come consolatori degli orfani del celebre trio. Basta ascoltare il modo in cui Scott Bondy canta “Lovely isn’t love” (Cobain accompagnato da un pianoforte), oppure “Oh my”, che suona come una variazione sul tema di “Aneurysm”. Si tratta solo dei casi più lampanti, visto che tutto “Into the pink” è costellato di nirvanismi e, a rincarare la dose, c’è pure la produzione curata da Dave Grohl, ex-batterista del gruppo-simbolo del grunge, oggi leader dei Foo Fighters. Ce ne sarebbe abbastanza per liquidare l’album come un mero esercizio derivativo, o, peggio ancora, come una furba operazione di marketing che punta direttamente alle tasche dei fans dei Nirvana. Invece, Bondy e soci mostrano di avere imparato piuttosto bene la lezione dei maestri, anche a livello compositivo, e si ritrovano in mano un lavoro tutto sommato gradevole, con diversi spunti di buon livello. Se non fossero così ossessionati dal fantasma di Kurt, i Verbena potrebbero puntare anche a traguardi importanti: c’è tempo, dato che sono solo al secondo album. Per il momento, almeno il titolo “Depression is a fashion” merita un dieci in pagella. Sarà autoironico?

Tracklist
“Lovely isn’t love”
“Into the pink”
“Baby got shot”
“John Beverly”
“Pretty please”
“Monkey, I’m your man”
“Prick the sun”
“Oh my”
“Submissionary”
“Bang bang”
“Depression is a fashion”
“Sympathy was dead”
“Big skies, black rainbows”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.