Rockol - sezioni principali

Recensioni / 24 feb 2017

Chiara - NESSUN POSTO è CASA MIA - la recensione

Voto Rockol: 3.5/5
Recensione di Gianni Sibilla
NESSUN POSTO è CASA MIA
Sony Music Entertainment Italy S.p.A. (Digital Media)

Il disco della maturità: questo vuole essere "Nessun posto è casa mia" di Chiara, il suo terzo album di studio.  L'esordio, due mesi dopo la vittoria ad X Factor era la ricerca di "Un posto nel mondo". "Un giorno di sole", il secondo, apriva più decisamente al pop, ma soffriva un di una crisi di crescita e direzione: più pop e solare, appunto, o una direzione più "adulta"?.


Ora Chiara prova a trovare una sintesi. Ci prova, e ci riesce, grazie alla collaborazione con Mauro Pagani: una garanzia, uno dei più grandi musicisti e produttori italiani, con il suo gusto e la sua capacità di dare un suono pulito e raffinato agli artisti con cui lavora.

Pagani dice di avere seguito da lontano la carriera di Chiara, di averne sempre apprezzato il talento e le capacità interpretative. Chiara, da par suo, è arrivata a questo disco con un nucleo di canzoni in parte scritte da autori già collaudati (Daniele Magro, Pacifico, Virgnio), in parte nuovi (Giovanni Caccamo).

Il risultato è un disco che assomiglia come idea al lavoro fatto da Pagani con Arisa per il suo miglior disco,  "Amami" (quello di "La notte", per intenderci). Un lavoro per sottrazione, già evidente dalla title-track presentata a Sanremo, cantata in maniera intensa ed emotiva sul palco dell'Ariston. Solo il 14° posto, è vero, ma una canzone diversa dalla maggior parte di quelle ballate "piano-archi-ritornello urlato" tipico del Festival.

Quel modello viene ripreso in diverse canzoni di questo album, a partire dall'iniziale "Il cielo", piano e voce, o "Le leggi di altri universi" o "Le ali che non ho". La pulizia dei suoni e la produzione che valorizza la voce (sempre espressiva, calda e stupenda) di Chiara si sente anche in brani più up-tempo. Forse il miglior esempio è "Fermo immagine", con un bel ritornello pop su una costruzione melodica e ritmica che ricorda un po' le ultime cose di Malika Ayane. O "Buio e luce", un possibile prossimo singolo, che parte piano e voce e poi costruisce un crescendo e un'apertura più decisa.

Insomma, "Nessun posto è casa mia" è un buon disco, che racconta una Chiara più a suo agio con la musica e gli arrangiamenti. Certo, posizionarsi come inteprete di canzoni raffinate e adulte non è semplice, nell'odierno panorama musicale italiano: richiede pazienza, costanza, e qualche sacrificio in termini di risultati, che non possono essere quelli di un posizionamento più decisamente pop. Ma questo è ciò che a Chiara viene meglio, e la sua rimane una delle più belle voci emerse in italia negli ultimi anni, e quando viene valorizzata così è davvero un piacere da ascoltare.

TRACKLIST

01. Il cielo - (03:42)
02. Buio e luce - (03:33)
03. Nessun posto è casa mia - (03:45)
04. Grazie di tutto - (03:42)
05. I giorni più belli - (03:04)
06. Fermo immagine - (03:28)
07. Chiaroscuro - (04:04)
08. Sentirò respirare - (03:32)
09. Le leggi di altri universi - (03:06)
10. Quel bacio - (03:03)
11. Le ali che non ho - (03:34)