«PACE - Amara» la recensione di Rockol

Un inno alla vita e all'esistenza: la recensione di "Pace", il nuovo album di Amara

L'autrice di "Che sia benedetta" pubblica il suo nuovo album in studio, "Pace". Il disco contiene 9 canzoni che immortalano la maturità, la crescita e la consapevolezza di Amara in questo preciso momento.

Recensione del 26 feb 2017 a cura di Redazione

La recensione

C'è un filo conduttore che lega le ultime canzoni scritte da Amara, da "Che sia benedetta" a "Pace". Questo filo conduttore la cantautrice toscana lo definisce come "il senso vero del vivere" ed è un filo che lega tra loro anche le canzoni contenute suo nuovo album in studio, che si intitola proprio come la canzone che Amara avrebbe dovuto presentare in gara al Festival di Sanremo 2017 in coppia con Paolo Vallesi e che il duo ha fatto ascoltare durante la sua ospitata alla finale del Festival: "Racchiude significai strettamente legati al valore dell'esistenza in sé", commenta lei a proposito del disco.

"Pace" arriva a distanza di due anni dal precedente disco della cantautrice, "Donna libera". Se "Donna libera" era il frutto di un lavoro lungo ben cinque anni e raccoglieva dunque canzoni nate in diversi periodi, questo nuovo album è - per usare le parole di Amara - "contemporaneo nel tempo presente", nel senso che la rappresenta per come è oggi. Una fotografia, insomma, che immortala la sua maturità, la sua crescita e la consapevolezza di chi è in questo preciso momento Amara.

E chi è, oggi, Amara? Una cantautrice che scrive per esigenza, che vive la musica (e la canzone) come una sorta di missione: "Scrivere canzoni è una responsabilità, perché ci sono persone che fanno delle tue parole un motivo di vita", ha detto nella nostra intervista. Questo disco contiene 9 brani coerenti rispetto agli "ideali" di chi li ha scritti: non ci sono ritornelli orecchiabili, melodie che ti rimangono appiccicate in testa al primo ascolto. C'è, piuttosto, un certo spessore, una certa pesantezza: una bella pesantezza, nel senso che sono canzoni che esprimono i sentimenti in parole e musica e lo fanno senza passare per vie facili.

"Grazie" è un inno alla vita in stile "Che sia benedetta", "La terra è il pane" è nata da un viaggio in Africa e parla di rispetto e dignità. Tra le altre tracce, c'è anche una cover di "C'è tempo" di Ivano Fossati: "Questa canzone mi ha insegnato a non avere paura del tempo, perché ogni cosa sognata, se si ha pazienza d'aspettarla, prima o poi, arriva davvero", commenta Amara.

TRACKLIST

01. Grazie (03:19)
02. Pace (03:37)
04. C'è tempo (05:01)
05. Quando incontri la bellezza (03:19)
06. Ritagli (03:57)
07. Ci vuole fantasia (03:21)
08. Un altro sole (02:51)
09. Filastrocca d'amore (01:31)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.