«COLD WORLD - Of Mice & Men» la recensione di Rockol

Of Mice & Men - COLD WORLD - la recensione

Recensione del 09 ott 2016 a cura di Barbara Nido

La recensione

Scritto da marzo a giugno con David Bendeth, lo stesso produttore che li ha accompagnati nella realizzazione del loro terzo lavoro, il quarto disco degli Of Mice & Men è molto diverso dai suoi predecessori e lo si capisce fin da subito.
La prima traccia, “Game of war”, stupisce con un riff di basso ammaliante e un incedere melodico nuovo, ma in grado di conquistare, persino l’assenso dei più scettici.

“Cold world”, questo il titolo, è stato pubblicato dalla Rise Records il 9 settembre, pochi mesi dopo rispetto al loro “Live in Brixton” primo disco live del quintetto statunitense. “Restoring force”, il loro penultimo progetto che ha regalato al gruppo la quarta posizione nella classifica top 200 di Billboard, è stato in grado di consacrarli al genere metalcore proprio per i caratteristici ritornelli melodici in forte contrasto con strofe potenti e aggressive. Ora, con “Cold world”, le certezze vacillano.

Che qualcosa stia cambiando è certo: alcuni pezzi come “The lie” o “Relentless” hanno mantenuto un sound deciso, forte, tipico del sentiero finora percorso dalla band; ascoltando “Down the road” o “Transfigured”, però, si nota come il gruppo stia evolvendo verso la direzione del rock mainstream.

Dai testi emerge inoltre che la band deve aver affrontato diverse difficoltà in questi ultimi due anni: questi raccontano un forte senso di inadeguatezza e pessimismo, una grande rabbia, senza però sottintendere una consequenziale resa.

La stesura di questo album è stata molto condizionata dallo stato di salute del vocalist Austin Carlile: il cantante è affetto dalla Sindrome di Marfan, una patologia che colpisce il tessuto connettivo provocando complicazioni in molte parti del corpo (inclusi il sistema scheletrico, quello cardio circolatorio e il cervello), costringendolo più volte a sottoporsi a lunghi interventi a cuore aperto.

I fan del gruppo hanno ingannato l’attesa con tre canzoni, “Real”, “Contagious” e “Pain”; quest’ultima, il cui video ufficiale è stato rilasciato in concomitanza con l’uscita dell’album, trae ispirazione proprio dal dolore cronico e dalla sofferenza costante a cui Austin è sottoposto a causa della sua malattia.

Quel che caratterizza “Cold world” è la varietà delle tracce che, però, non appaiono slegate. Il gruppo ha intrapreso un percorso del tutto nuovo fatto di musiche e interpretazioni a tratti meno impetuose, ma non ha stravolto il suo sound tanto da mettere in discussione la propria natura. A volte i cambiamenti spaventano, ma in questo caso non c’è nulla da temere: gli Of Mice & Men sono tornati e sono più forti di prima.

TRACKLIST

01. Game of War (04:00)
02. The Lie (03:24)
03. Real (03:12)
04. Like a Ghost (04:47)
05. Contagious (03:12)
06. - (01:10)
07. Pain (03:43)
08. The Hunger (04:02)
09. Relentless (03:26)
10. Down the Road (03:22)
11. + (01:24)
12. Away (03:53)
13. Transfigured (03:58)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.