«THE RANDY NEWMAN SONGBOOK, VOL. 3 - Randy Newman» la recensione di Rockol

Randy Newman - THE RANDY NEWMAN SONGBOOK, VOL. 3 - la recensione

Recensione del 28 set 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Da queste parti non ci si stanca mai di dire, ad ogni sua uscita, che Randy Newman è uno dei più grandi. Un maestro della canzone americana, meno famoso rispetto ad altri "pari" della sua generazione, ma anche per sua scelta. Dagli anni '90 si è dedicato soprattutto alle colonne sonore, che gli hanno reso meglio dello scrivere canzoni "normali", riservando decisamente meno tempo alle uscite discografiche "tradizionali".

La storia del disco

Quando firmò per la Nonesuch nel 2003, l'etichetta gli chiese di incidere un album di canzoni del suo repertorio, solo piano e voce, che era poi il formato dei suoi concerti (quando aveva voglia di farne). 13 anni dopo, la serie "Songbook" arriva al 3° volume. In mezzo, solo un album di inediti ("Harps and angels", del 2008) e un live del 2011.

Come suona e cosa c’è dentro

Minimale e scarno, come i volumi precedenti. Ma la grande scrittura di Newman, la sua superba ironia, c'è tutta. E finalmente ci sono un paio dei suoi più grandi classici, ignorati in passato: "Short people" , "I love L.A." e "You've got a friend in me", la canzone scritta per "Toy story" che gli è valsa una nomination all'Oscar. Anche se, bisogna dire, il resto del repertorio scelto, pesca in brani decisamente meno noti...

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)

Per  (ri)scoprire uno delle più grandi firme della musica californiana e americana, appunto - anche se, come i volumi precedenti, l'ascolto può non essere facilissimo - e un po' si sente la mancanza degli stupendi arrangiamenti delle versioni originali.

La canzone fondamentale

"Short people got no reason to live", canta in "Short people". "I bassi non hanno ragione di vivere": qualcuno li prese pure sul serio, al tempo. Che canzone, per testo, melodia, scrittura...

TRACKLIST

01. Short People (02:09)
03. Love Story (03:04)
04. Burn On (02:28)
06. Rollin' (02:31)
07. Guilty (02:44)
09. Davy the Fat Boy (02:38)
10. Red Bandana (02:19)
11. Old Man (02:35)
14. I Love L.A. (02:31)
15. Bad News from Home (02:58)
16. I'll Be Home (02:23)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.