«SONGS OF INNOCENCE (DELUXE EDITION) - U2» la recensione di Rockol

U2 - SONGS OF INNOCENCE (DELUXE EDITION) - la recensione

Recensione del 13 ott 2014 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

E dopo un mese, eccoci di nuovo qua a parlare di “Songs of innocence” degli U2. E' scaduta l’esclusiva della Apple e negli altri canali arriva la versione “Deluxe”, che Apple non avrà per un mese. Contiene un secondo CD con 11 canzoni aggiuntive.
La prima cosa da dire è che, dopo un mese di ascolti, l’album “vero” regge, almeno per quello che mi riguarda. Non ho cambiato idea su quanto scrissi a caldo nella recensione di un mese fa. E’ un buon album, meglio degli ultimi, con buone canzoni, qualche caduta di tono (meglio la seconda parte), che verrà ricordato soprattutto per la forma più che per la sostanza.
La seconda cosa da dire è che il momento di buona forma musicale è confermato da questo secondo CD. Uguale e diverso a partire dalla copertina - una foto in bianco e nero di Larry Mullen che abbraccia e protegge il figlio, un richiamo rivisitato ai tempi di "Boy", così come la copertina della versione digitale richiamava l'era in cui la musica girava su vinili "white label". Il doppio CD contiene il disco originale, più un secondo dischetto con due canzoni inedite, due versione alternative, 6 versioni “acustiche” e una ghost track, “Invisible” (la canzone pubblicata e ragalata lo scorso gennaio dopo il Superbowl).
Le canzoni inedite: ”Lucifer's hands” è un rock dritto, riconoscibile fin dal primo riff, sulla falsariga di “Volcano”. "The crystal ballrooom” è l’altra faccia di “Songs of innocence”, quella più anni ’80, sintetizzatori e una chitarra che c'è, ma in secondo piano. Un filo sotto alle canzoni del disco, ma non male. Le versioni alternative non stupiscono: “The troubles”, per me, rimane la miglior canzone dell’album, ma in questa versione perde parecchio senza la voce di Likke Li. Il mix alternativo di “Sleep like a baby tonight” è buono, ma non così diverso dall’originale.
A lasciare il segno sono, i sei brani “acustici”. Tra virgolette, perché l’unica versione puramente acustica è la “busker version” di “The miracle”, suonata con un paio di chitarre (e battiti di mani, da suonatori di strada, appunto). Le altre cinque versioni invece sono rielaborazioni “unplugged”, nel senso originario del termine: minimali, con piano e archi (“Every breaking wave”, “Song for someone”), chitarre e archi (“Cedarwood road”), chitarre e percussioni e fiati (“Raised by wolves”, ancora più bella in questa versione, se possibile). “California”, che nella iperprodotta versione originale era la canzone più debole del disco, qua funziona notevolmente meglio, in tutta la sua semplicità. E’ la solita vecchia legge della musica: una canzone è forte quando funziona anche in versione spogliata e minimale. Questo volevano dimostrare, e ci sono riusciti. Potevano solo osare di più, e fare una versione acustica di tutto il disco.




Poi, certo, questo secondo CD è marketing, è l’altrettanto consolidata legge della differenziazione del prodotto per venderlo più volte - soprattutto quando la prima versione l’hai regalata a milioni di persone. Se vi piacciono gli U2 (anzi, se non siete quello che amano odiarli e non li ascoltano per partito preso), il contenuto di questa deluxe edition è di qualità: la sostanza giustifica la forma.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.