«THE COURAGE OF OTHERS - Midlake» la recensione di Rockol

Midlake - THE COURAGE OF OTHERS - la recensione

Recensione del 08 feb 2010 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Il fatto è che ci sono poche parole per un disco come questo: va ascoltato e basta. Custodito con cura per quello che è, un piccolo grande gioiello.
Poi, certo, si può semplificare il tutto, raccontando la storia del gruppo: i Midlake sono texani, sono al terzo disco, che arriva a quasi 4 anni dal precedente, “The trials of Van Occupanter”, che uscì nel 2006 e partì lento, per arrivare a conquistare inesorabilmente molta critica – soprattutto inglese – e pubblico, sebbene di nicchia (per intenderci, quando sono passati a Milano un paio di anni fa la gente a vedere la band era comunque pochina). Sia quel che sia, questo “The courage of others” è un disco che esce con una discreta attesa, nel mondo indie-rock.
Poi si può semplificare ancora di più, usando termini di paragone e aggettivi: il disco precedente si era distaccato nettamente dal suono un po’ sintetico dell’esordio, andando a pescare in un folk rock un po’ psichedelico, molti anni ’70 (c’era chi tirava in ballo C,S&N, chi i Fleetwood Mac), con una spruzzata di contemporaneità (e qui si tirano in ballo i Radiohead, di solito).
Sia quel che sia, “The courage of others” segue e perfeziona la scia di “The trial of Van Occupanter”, con un suono retrò, basato sull’impasto tra chitarre acustiche, elettriche e melodie vocali. Gli mancano forse un paio di canzoni più dirette alla “Roscoe” o “Young bride”, ma guadagna in profondità e perfeziona ancora di più gli arrangiamenti. Anche questo disco parte lento, ma arriva eccome se arriva: da non levarselo più di dosso, perfetto per gli ultimi scampoli delle serate invernali. Poche parole, quindi “The courage of others” è uno dei migliori dischi di questi primi mesi del 2010, e non sarà una sopresa se lo troveremo anche nelle top ten di fine anno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.