«IN THIS LIGHT AND ON THIS EVENING - Editors» la recensione di Rockol

Editors - IN THIS LIGHT AND ON THIS EVENING - la recensione

Recensione del 12 ott 2009 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Già si sentono in giro i mugugni dei “fan della prima ora”: dove sono finite le chitarre? Perché tutto cambia ma nulla deve cambiare: se una band ha successo con una formula, è condannata a non spostarsi di di un millimetro, se non vuole entrare nel mirino dei “criticoni”. Con i due dischi precedenti, gli Editors si erano guadagnati una grande credibilità, fino a diventare uno dei nomi di punta del new-wave rock, quello che vede capofila Franz Ferdinand e Interpol. Ora questo “In this light and on this evening” sta spiazzando non poche persone. Per fare una metafora brutale, un po’ semplificatoria, è come se la band di Tom Smith avesse mosso il proprio polo di riferimento dai Joy Division ai New Order e – in parte –ai Mode. Le canzoni del gruppo ora sono costruite più sulle tastiere vintage e su suoni electro, insomma, come dimostrano già gli accordi iniziali del disco. Però tutto cambia per non cambiare: perché se guardate il mini set acustico che Rockol ha ripreso e pubblicato su MusicVideos, vi rendete conto di come “Papillon” e “You don’t know love” – due delle canzoni più belle e danzereccie del disco, sono nate allo stesso modo di sempre, e conservano la stessa scrittura forte e diretta che ha dato credibilità a questa band.
Confesso: gli Editors precedenti non mi hanno mai fatto impazzire, come buona parte di quel movimento. Ma “In this light and on this evening” è un gran disco, bello nel suo essere spiazzante. E’ l’album che i Killers non sono mai riusciti a fare, per intenderci, fondendo rock ed elettronica. Certo, la band americana è più leggera, più divertente, ha azzeccato grandi canzoni. Ma manca di quella profondità e durata sulla lunga distanza che invece questo album ha da vendere.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.