«HARVEST (REMASTERED VERSION) - Neil Young» la recensione di Rockol

Dischi leggendari: riscopri 'Harvest' di Neil Young

Classici dell’estate: ogni giorno riscopri un disco leggendario, con le recensioni storiche di Rockol.

Recensione del 12 lug 2019 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

La scelta dell’album perfetto di Neil Young implica una domanda di fondo: elettrico o acustico? Lunghe schitarrate e assoli o atmosfere malinconiche e melodiche? Insomma, “Everybody knows this is nowhere” o “Harvest”? Il rocker canadese ha saputo trovare una via di mezzo tra le sue due opposte anime, quel “After the gold rush” uscito nel 1970, giusto a metà tra i due capolavori citati. Ma un punto a favore di questo “Harvest”, quarto disco solista uscito nel 1972, rimane indiscutibile: è con la chitarra acustica in mano che Young ha riscosso i maggiori successi di pubblico.

Quando pubblica questo disco, Young è ad una fase cruciale della sua carriera. E’ un affermato artista, non solo solista ma anche con CSN&Y, con i quali ha appena pubblicato il doppio live “Four way street”, dopo il capolavoro “Deja vù”. E arriva in cima alle classifiche dei singoli con “Heart of gold”, singolo tratto da “Harvest”. Poco dopo, soffocato da tanto successo, imboccherà una svolta discutibile con il progetto “Journey through the past”, certamente più complesso di questo semplice e diretto disco di country-rock. In seguito tornerà ai suoi massimi livelli, inanellando una serie di capolavori per tutti gli anni ’70, per poi disperdersi nei primi anni ’80 con dischi sperimentali e un po’ inconcludenti.

“Harvest”, con le sue ballate, rappresenta il vertice di un tipo di scrittura a cui Young tornerà spesso. Canzoni imbevute nella tradizione folk e country (“Harvest” e “Heart of gold”), blues (“Are you ready for the country”), ma spesso rilavorate con arrangiamenti anche complessi, come dimostra l’orchestra di “A man needs a maid” e “There’s a world”, entrambe prodotte da Jack Nitzsche. Solo due episodi, “Alabama” e “Words” presentano chitarre elettriche.

Le canzoni, per lo più, parlano semplicemente d’amore, con alcune vistose eccezioni, come il capolavoro assoluto di questo lavoro: “The needle and the damage done”, straziante racconto di un amico che si sta perdendo nella droga: “Ho visto l’ago e il danno subito, ce n’è una parte in tutti noi, ma ogni drogato è come un sole al tramonto”.
Young tornerà spesso a queste atmosfere, si diceva: nel 1992, a 20 anni esatti dall’uscita di “Harvest” esce il suo ideale seguito. L’ultimo lavoro di studio del Nostro, “Silver and gold” è un altro disco acustico. Certo è che, in questo settore della produzione del cantante, le vette di “Harvest” non verranno mai più raggiunte.

Tracklist:
“Out on the weekend”
“Harvest”
“A man needs a maid”
“Are you ready for the country”
“Old man”
“There’s a world”
“Alabama”
“The needle and the damage done”
“Words (beetwen the lines of age)”

TRACKLIST

01. Out On The Weekend (04:31)
02. Harvest (03:09)
03. A Man Needs A Maid (04:02)
04. Heart Of Gold (03:07)
06. Old Man (03:22)
07. There's A World (02:59)
08. Alabama (04:02)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.