«HEAVY CONSTRUKCTION - King Crimson» la recensione di Rockol

King Crimson - HEAVY CONSTRUKCTION - la recensione

Recensione del 19 feb 2001

La recensione

Il nuovo corso dei King Crimson, quello che va da “Vrooom” in poi, dimostra che la vena compositiva di Fripp e soci non è per niente esaurita; anzi, la produzione dalla metà degli anni ’90 in poi è piuttosto prolifica. Questo triplo cd dal vivo documenta il tour europeo della scorsa estate, quello conseguente all’album “The ConstruKction of Light”, qui riproposto quasi per intero. Troviamo anche la quarta parte di “Larks’ Tongues in Aspic”, le cover di “Three of a perfect pair” dei Beatles e “Heroes” di David Bowie, e una traccia video. Non ci sono più Bill Bruford e Tony Levin; la formazione è in quartetto con Robert Fripp, Adrian Belew, Trey Gunn e Pat Mastellotto e ha totalmente eliminato il materiale storico concentrandosi solo sulle inquietanti sonorità degli ultimi anni. Restano le strutture elaborate del progressive, i tempi dispari e gli sprazzi dedicati all’improvvisazione; dal punto di vista sonoro però il mondo è un altro. Esplosioni rabbiose, atmosfere postindustriali e rumorismo contribuiscono a creare il nuovo suono del re Cremisi: una colonna sonora ideale per un mondo malato, per la maggior parte strumentale, adatta a Blade Runner. Come già fu per il doppio “Cirkus” di un paio d’anni fa, ci sono pezzi affidati alla creatività del momento che vengono indicati semplicemente come “Improv:” e seguiti dal nome della città dove sono stati registrati.
I King Crimson, così come E.L.P., Genesis e tutti i protagonisti della stagione d’oro del progressive, sono stati amati dal pubblico italiano più che da tutti gli altri. Il conto con gli anni ’70 sembra però essere definitivamente chiuso da parte del quartetto in questione, che si butta a capofitto nel nuovo millennio con l’aggettivo “heavy”, non a caso posto davanti all’idea della costruzione di una nuova luce. Ma per il momento i suoni ruvidi e pesanti ci tengono all’interno del tunnel. E chi avesse sete di registrazioni live anche vecchie dei King Crimson ne può trovare parecchie sul sito www.disciplineglobalmobile.com.

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.