«SAINTS & SINNERS - All Saints» la recensione di Rockol

All Saints - SAINTS & SINNERS - la recensione

Recensione del 15 nov 2000

La recensione

Il problema delle All Sanits è che Shaznay Lewis ha scritto “Never ever” troppo presto. Le All Saints sono nate con un bel pezzo, uno di quelli da raccolte tipo “Il meglio del pop degli anni Novanta”. Un brano che, a giudicare dalla loro produzione successiva, era quanto di meglio le quattro potessero fare. Per essere corretti, e limitandoci ai fatti, è quanto di meglio siano riuscite a fare a tutt’oggi. Perché la loro ultima fatica, “Saints&sinners”, è un album che delude quanti si aspettavano da parte del quartetto inglese un passo in avanti nella loro proposta musicale. Sembra invece che le All Saints non si siano troppo sforzate per trovare qualcosa che potesse far tornare a parlare di loro anche per la musica, non solo per i gossip che riempiono i tabloid d’oltremanica (specie quello che vede protagonista Nicole Appleton è quel Liam G. che nelle note del booklet viene ringraziato di esistere).
Spiccano in questo piattume - con pretesa di essere sound “sofisticato” ma la realtà è che è semplicemente noioso - i due gioiellini cesellati da William Orbit, “Pure shores” e “Black coffee”, cui è da aggiungersi la solo parzialmente riuscita “Surrender” e l’interessante “Dreams”, che vede per la prima volta come autrice anche Nicole Appleton. Per il resto ci sono brani che pescano qua e là ispirazioni da generi e stili diversi (un pizzico di latin sound, il soul, il rap), ma senza cuore e convinzione, con la formula delle quattro voci che si inseguono, sempre eseguita alla stessa maniera. Certo, non è male la title-track, un po’ più scherzosa e sanguigna della media del disco, come è divertente il gusto revival anni Settanta di “Whoopin’ over you”, su cui si innesta nel finale un inatteso rap. Ma per il resto c’è davvero poco da segnalare, se non la sensazione di un sound ripetitivo, troppo costruito e artificiale.
(Laura Centemeri)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.