«EVERYTHING'S FINE - Willard Grant Conspiracy» la recensione di Rockol

Willard Grant Conspiracy - EVERYTHING'S FINE - la recensione

Recensione del 26 nov 2000

La recensione

I bostoniani Willard Grant Conspiracy riescono con questo nuovo “Everything’s fine” a tenere testa all’ottima prova di un anno fa con “Mojave” sfornando un’altra bella raccolta di canzoni intense e crepuscolari in cui roots rock e atmosfere rurali americane si uniscono alla ruvidezza di un notturno Nick Cave o di un torvo Lou Reed. Una manciata di fotografie in bianco e nero scattate dalla band del cantante Robert Fisher e del chitarrista Paul Austin. “Everything’s fine è un disco da ascoltare di notte in auto percorrendo qualche strada deserta, gonfio di dolcezza e malinconia. Ritmi lenti e ripetitivi, aperture improvvise e ritorni all’oscurità accompagnano narrazioni intense in una sequenza emozionante di ballate da brivido, nate nel periodo di Natale tra Carson City, Memphis e la Georgia da situazioni semplici. E le storie ci vengono raccontate da Fisher con una semplicità disarmante, su un accompagnamento lento e dai suoni lunghi, ma mai invadente né eccessivamente scarno. Potremmo citare due splendide ballad come “Closing time” o “Southend of a northbound train”, ma tute le canzoni andrebbero citate, perché l’album è interamente da promuovere. A ciò contribuiscono anche un paio di elementi “sottratti” agli Walkabouts, gruppo dalle attitudini musicali vicine a quelle della Willard Grant Conspiracy: la batteria di Terri Moeller e la voce di Carla Togerson.

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.