«THE SALESMAN AND BERNADETTE - Vic Chesnutt» la recensione di Rockol

Vic Chesnutt - THE SALESMAN AND BERNADETTE - la recensione

Recensione del 10 ott 1998

La recensione

È la storia del commesso viaggiatore e di Bernadette. Per raccontarla, Vic Chesnutt ha raccolto, assemblato e suonato di fila sue canzoni vecchie e nuove, tanti capitoli di un libro che portano avanti fino alla fine la narrazione. Sì, perché poi Chesnutt divaga come pochi all’interno dei testi: allitterazioni, rime, giochi di parole funambolici e sorretti al tempo stesso da un sense of humour acuto e dissacrante. Ci sono tante canzoni-capolavoro, su questo album-capolavoro, a partire dal secondo brano intitolato proprio "Bernadette & her crowd", un blues lento per chitarra acustica e voce che sembra strappato via da un album solista di Keith Richards e che ha un suo degno epigono in "Maiden". Ecco arrivare il soul bianco alla David Bowie negli arrangiamenti e nella melodia di "Replenished", ecco il richiamo immediato di brani come "Until the led" - cantata con Emmylou Harris - e "Prick", ecco il blues catartico di Van Morrison in "Scratch, scratch, scratch". Al suo sesto album, Chesnutt si conferma figura d’importanza primaria sulla scena cantautorale statunitense, capace di crescere continuamente in ogni singolo album della sua produzione. Su "The saleman and Bernadette" c’è tanta di quell’intensità da poterla sentire nell’aria, ma mai in modo esclusivamente straziante: la melanconia della voce e di certe melodie è sempre e comunque stemperata dai testi ironici e leggeri dei brani, che Chesnutt mette insieme in un vortice continuo di immagini e assonanze. Un album che all’energia del soul unisce la pace a tratti desolata del country e l’intimità del cantautorato più poetico. In poche parole, un album da non perdere.
Tracklist:
1. Duty free
2. Bernadette & her crowd
3. Replenished
4. Maiden
5. Until the led
6. Scratch, scratch, scratch
7. Mysterious tunnel
8. Arthur Murray
9. Prick
10. Woodrow Wilson
11. Parade
12. Blanket over the head
13. Square room
14. Old hotel

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.