Piero Pelù: 'I Litfiba sono in pausa e io mi sono messo a scrivere'

Dal nuovo singolo "Picnic all'inferno" ai progetti come solista per il 2020: ecco l'intervista al leader dei Litfiba, che racconta i suoi progetti e il futuro della band

Piero Pelù: 'I Litfiba sono in pausa e io mi sono messo a scrivere'

Il prossimo 18 ottobre uscirà “Picnic all’inferno”, il nuovo singolo da solista del rocker toscano Pierò Pelù. La canzone - ascoltata in anteprima durante la conferenza stampa di oggi, 9 ottobre - presenta un campionamento della voce di Greta Thunberg: nel brano - prodotto da Pelù con Luca Chiaravalli - frasi estrapolate dal discorso tenuto dall'attivista svedese a Katowice (Polonia) alla COP24 nel dicembre 2018 si uniscono ai versi cantanti dal leader dei Litfiba.

Piero Pelù, presentando il suo nuovo pezzo - al quale la famiglia e i legali della Thunberg hanno dato il loro consenso dopo averlo ascoltato - ha detto: “Ascoltando il discorso tenuto a Katowice ho notato che il modo di parlare dell’attivista svedese ha una cadenza musicale”. Per questo, ha spiegato il rocker: “Fondere la voce di Greta insieme al groove, alle chitarre, al mio canto gospel e alle strofe della canzone è venuto spontaneo”. Il brano, ha aggiunto Pelù, unisce diversi stili musicali: “C’è il rock, c’è dentro il blues, c’è dentro il gospel - che sono tre generi che io adoro da sempre, da quando sono ragazzino - e poi c’è anche dell’elettronica. Quindi è una miscellanea di suoni e di stili”. L’elaborazione musicale di “Picnic all’inferno” è, infatti, frutto dell’incontro tra Pelù e Chiaravalli: il primo abituato a prendere la chitarra, scrivere le canzoni e poi elaborarle in studio con la band; Luca, invece - come lo ha descritto Piero durante l'intervista con Rockol - è un esperto dell’elettronica. Il frontman dei Litfiba ha quindi spiegato: “Abbiamo unito questi due tipi di esperienze e il sound della canzone è la somma esatta di queste esperienze.”

La collaborazione tra Pelù e Chiaravalli, ha spiegato il rocker, ha dato vita a un’intesa professionale e i progetti futuri di Piero coinvolgeranno Luca. Tuttavia, il cantante toscano ha detto “sto sviluppando un progetto che poi prenderà varie forme. Ci sono tanti elementi su cui sto lavorando ma è work in progress.” Riguardo, quindi, alla possibilità che il brano - disponibile dal prossimo 18 ottobre - sia un’anticipazione del nuovo album da solista del cantante toscano è presto per dirlo. La voce di “Toro loco” ha infatti rimandato al prossimo anno ulteriori novità e ha detto: “Il 2020 per me sarà un anno importantissimo perchè sarà l’anno delle mie cifre tonde. Compirò quarant’anni di storia musicale e quindi intendo festeggiare questa ricorrenza nel miglior modo possibile.”

Il nuovo singolo del rocker toscano anticipa i sei concerti del "Benvenuto al mondo tour" che Piero Pelù terrà nel mese di novembre insieme ai suoi Bandidos e a diversi ospiti, non ancora annunciati. Il rocker - a margine dell’incontro con Rockol - ha descritto i prossimi live come “due ore di rock tiratissimo” e ha anticipato che: “Suoneremo ‘Picnic all’inferno’, i miei brani e le canzoni dei Litfiba riarrangiati in chiave Bandidos”.

La canzone  arriva a tre anni dall’uscita della più recente fatica in studio di registrazione dei Litfiba, e proprio a proposito di Ghigo Renzulli e degli altri suoi soci, Pelù ha detto: “Dopo l’album ‘Eutòpia’, c’è stato il tour che è stato lungo ed è durato un anno. Successivamente io e gli altri del gruppo abbiamo deciso di prenderci una pausa; abbiamo voglia di sperimentare cose un po’ diverse dal grande progetto che è i Litfiba.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
13 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.