«CANE SCIOLTO - Federico Scarioni con Omar Pedrini» la recensione di Rockol

Federico Scarioni con Omar Pedrini - CANE SCIOLTO - la recensione

Recensione del 24 ott 2017 a cura di Franco Zanetti

Chinaski, 350 pagine, 22 euro

Voto 9/10

La recensione

Conoscete ormai la mia propensione per i libri di argomento musicale che scelgono un approccio storico, e il mio leggero fastidio per la storia della musica raccontata come fosse una fiction.

Federico Scarioni, per mettere in pagina la storia di Omar Pedrini e delle sue tre vite (finora), ha scelto una formula originale, che mi ha prima incuriosito e poi soddisfatto.

Ha scelto la narrazione in prima persona, e ha raccontato la storia della scrittura medesima di questo libro, facendone una sorta di road movie del quale l’io narrante è Scarioni, e le sue avventure sono quelle connesse alla ricerca di testimoni oculari dei vari momenti della vita e della carriera di Omar. Il quale, anche lui, entra in scena a un certo punto, poi sparisce, poi di nuovo ricompare, improntando di sé e delle sue parole buona parte del volume, ma lasciando molto spazio alle memorie, ai ricordi e ai racconti di chi ha incrociato, e non solo in passato, la vita dell’ex Timoria, quella del “gnàro” bresciano, dell’ultras delle Rondinelle, del giovane musicista in erba, e così via, in un continuo gioco di rimandi avanti e indietro nel tempo e nei luoghi che – benché l’artificio letterario sia evidente – riesce molto bene a catturare il lettore: anche un lettore difficile come me, che affronta i libri con la matita rossa e blu, e che conosce molto bene l’uomo e l’artista biografato (o meglio: credeva di conoscerlo molto bene, perché parecchie delle cose che ho letto qui non le sapevo – eppure di Omar mi considero il papà putativo.).

Un ampio corredo fotografico arricchisce il volume, sul quale il mio giudizio è davvero positivo (e non perché sono fra gli intervistati: anzi, questo avrebbe potuto rendermi più severo del giusto). Alcune imprecisioni causate dalla fretta di “chiudere” il libro saranno corrette nella seconda edizione, che auguro imminente.

 

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.