«UTOPIA AVENUE - David Mitchell» la recensione di Rockol

David Mitchell - UTOPIA AVENUE - la recensione

Recensione del 27 apr 2021 a cura di Franco Zanetti

Voto 6/10

La recensione

Qualcuno forse ricorda la mia recensione, apparsa su queste pagine, di "Daisy Jones and the Six". Anche in quel caso il libro era una fiction imperniata su un gruppo rock inventato dall'autrice - come gli Utopia Avenue che sono protagonisti del romanzo di Mitchell sono una band inventata.
Il problema, a mio parere, è che sono una band inventata per riassumere in sé tutti gli stereotipi delle band britanniche degli anni Sessanta, e metterli in scena in un solo anno o poco più di attività.

Gli Utopia Avenue si mettono insieme, firmano un contratto discografico, incidono dischi, suonano dal vivo, e intanto incontrano qualche personaggio famoso realmente esistito, infilato un po' a forza nei casi loro. Intanto ai componenti della band succedono delle cose, relative alle loro vite private, che li ispirano a scrivere canzoni.
Ma la narrazione non è avvincente, non è appassionante (eppure l'autore è uno che sa scrivere, come ha dimostrato il suo "L'atlante delle nuvole"), e - ma questo sarebbe il minore dei mali - è punteggiata da incongruenze cronologiche (delle quali l'autore si scusa nei ringraziamenti - "gli appassionati di musica saranno d'accordo nel considerare la musica senza tempo"; OK, ma i Deep Purple non vengono da Birmingham - quelli sono i Black Sabbath...).
Nel retro di copertina del libro è riportato un endorsement di Brian Eno ("Gran libro. Mi ha tenuto incollato per due giorni interi"). La stima per il Maestro Calvo mi ha spinto a continuare la lettura per due giorni, ma - confesso - ho ceduto a pagina 247 ("Sono quei cazzo di Herman's Hermits. Dispensatori di orecchiabili motivetti all'acqua di rose, così zuccherosi da far cascare i denti"). 
Non mi sono arreso del tutto, però. Il libro è ancora sul mio comodino, e non escludo che prima o poi riesca ad arrivare alla fine. Prometto che vi riferirò, se cambierò opinione. 

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.