«SI TRASFORMA IN UN RAZZO MISSILE - Demented Burrocacao» la recensione di Rockol

Demented Burrocacao - SI TRASFORMA IN UN RAZZO MISSILE - la recensione

Recensione del 13 set 2019

La recensione

Dietro lo pseudonimo di DementedBurrocacao si nasconde, ma non troppo, Stefano Di Trapani, musicista, autore, produttore e giornalista, romano, classe 1975. Il dato anagrafico non è una mera annotazione, giacché questo molto divertente libretto, che ha per sottotitolo “Sigle dei cartoni, sperimentazione musicale e vita vissuta”, parla specialmente ai pressoché coetanei dell’autore, cioè a quanti sono cresciuti con le sigle televisive degli anni Ottanta – epoca nella quale chi scrive era già adulto.

Ma non è soltanto questione di conoscere, o di aver ascoltato, o di aver amato le sigle dei cartoni animati televisivi di cui tratta questo libro; perché ad ogni sigla corrispondono qui uno spezzone di vita vissuta, un ricordo autobiografico, un’esperienza diretta, che in qualche maniera rievocano e ricostruiscono gli anni dell’infanzia e della prima giovinezza di Stefano. Il quale però, dall’alto di una mostruosa e mai inutilmente esibita competenza musicale, e ulteriormente specifica sull’argomento, unisce ai quadretti autobiografici una puntuale esegesi storica e musicale delle canzoni, ricordandone o disvelandone gli autori e gli interpreti, spesso facendo scoprire informazioni poco o pochissimo note, e molto o moltissimo sorprendenti.

Unite tutto questo a una scrittura brillante eveloce, e capite come la lettura di “Si trasforma in un razzo missile” sia raccomandatissima, e non solo a chi si rivedrà nelle esperienze biografico/musicali dell’autore, ma a chiunque sia curioso della storia della canzone, in particolare di quella canzone spesso, e ingiustamente, considerata “minore”.

 

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.