«MAGNETIC - Goo Goo Dolls» la recensione di Rockol

Goo Goo Dolls - MAGNETIC - la recensione

Recensione del 25 lug 2013

La recensione

In uscita a tre anni di distanza dal precedente “Something for the rest of us”, “Magnetic” è il decimo album in studio per i Goo Goo Dolls, rock band statunitense nota al grande pubblico più che altro per aver scritto uno dei brani simbolo degli anni Novanta, l’arcinoto singolo “Iris”.

Il trio guidato dal frontman John Rzeznik torna quindi con undici pezzi inediti, scritti tra New York e Los Angeles a cavallo tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013.

Un disco di adult rock molto melodico (ormai definitivamente smarcato dalle origini punk del gruppo), quadrato e senza troppe sorprese, che ci restituisce una band alle prese con l’arduo compito di gestire una maturità ormai acquisita (i Nostri sono nel giro ormai dal lontano 1985). Un disco che lo stesso Rzeznik ha così spiegato direttamente a noi di Rockol: “C'è una prospettiva diversa in questo album rispetto a ciò che ho scritto prima, in quanto, questa volta, la musica è data da una serie di combinazioni di opinioni differenti, raccolte grazie ai pareri degli autori che hanno scritto i pezzi con me. L'ispirazione, anche per le nuove canzoni, è arrivata da ciò che vivo quotidianamente e dall'essere in un posto migliore nella mia testa. La nostra musica prende vita così. Sento che questo disco è passo positivo in avanti nella nostra carriera, sicuramente. I produttori che hanno collaborato al nuovo album sono davvero in gamba, talentuosi, lavorare insieme è stato molto divertente. Gregg Wattenberg ha scritto con me la maggior parte dei brani mentre con Rob Cavallo avevo già collaborato tempo fa ed è stato divertente tornare a lavorare insieme, John Shanks, è un compositore eccezionale, con lui c'è stata una sessione intensa. Siamo davvero fieri dei nuovi brani. E’ come se questo nuovo disco fosse una seconda opportunità”. Anticipato dal singolo “Rebel beat”, Magnetic si avvale dei contributi del cantautore canadese Andy Stochansky e di Todd Clark dei Pilot Speed.

TRACKLIST

02. When the world break your heart
08. Bullet proof angel
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.