«I MORTALI² - Colapesce e Dimartino» la recensione di Rockol

Leggeri, ma non troppo: "Musica leggerissima" ha conquistato tutto e tutti

Mentre la hit continua a dominare le classifiche, Colapesce e Dimartino pubblicano "I mortali²", riedizione dell'album congiunto uscito l'anno scorso. C'è la cover di Battiato e una versione in italiano di una canzone di Marianne Faithfull.

Recensione del 24 mar 2021 a cura di Mattia Marzi

Voto 7,5/10

La recensione

L'altro giorno è passato in tv uno spot del programma di Barbara D'Urso con "Musica leggerissima" di Colapesce e Dimartino in sottofondo, mentre lei parlava di cronaca nera e gossip. Tutto vero. C'è una dose di misunderstanding alla base del successo nazionalpopolare della canzone che i due cantautori siciliani hanno presentato in gara al Festival di Sanremo 2021, arrivando all'Ariston da outsider e uscendone da vincitori morali, nonostante il quarto posto nella classifica finale. 

"Musica leggerissima" ha conquistato tutto: un brano che parla di depressione diventa un tormentone. Sarà interessante scoprire cosa succederà nelle rispettive carriere di Lorenzo Urciullo e Antonio Di Martino dopo una hit del genere, che per loro è già croce e delizia. È ancora troppo presto, però: il fenomeno "Musica leggerissima" è nel pieno del suo boom, testimoniato dal Disco di platino appena conquistato per l'equivalente di oltre 70 mila copie vendute (il primo brano a raggiungere il traguardo tra quelli in gara quest'anno a Sanremo), dal primo posto nell'ultima classifica Fimi/Gfk relativa ai singoli più scaricati e ascoltati in Italia e in quella dei pezzi più trasmessi dalle radio.

Il repack

Intanto Colapesce e Dimartino pubblicano il repack dell'album congiunto uscito l'anno scorso, "I mortali", che torna nei negozi e sulle piattaforme con un nuovo titolo ("I mortali²"), una nuova, enigmatica copertina (nella quale i corpi dei due cantautori spariscono e rimangono solamente i vestiti) e un secondo disco di tracce extra. Ne fa parte ovviamente "Musica leggerissima", curiosamente inserita subito dopo la canzone che apre il disco e ne rappresenta per certi versi il manifesto, come scrivemmo già nella recensione uscita l'anno scorso, in cui i due cantautori si divertono a elencare tutti i luoghi comuni del nuovo (cant)autorato italiano: dalla tendenza a evitare temi scomodi ("E che faccio, parlo di migranti? Per carità, migranti no") alla necessità di piacere a tutti i costi "a una ragazza del 2000" (il pubblico di riferimento dell'ItPop).

Una parodia che suona come una contro-dichiarazione d'intenti. E infatti appena finisce, parte "Musica leggerissima", il cavallo di Troia che ha permesso a Colapesce e Dimartino di fare breccia nel pop mascherando una tematica tutt'altro che leggera con una melodia irresistibile.

"I mortali" e il secondo disco (con la cover di Battiato)

L'altro inedito è il brano che dà il titolo all'intero progetto, prodotto dagli stessi produttori di "Musica leggerissima", Federico Nardelli e Giordano Colombo, che chiude il disco e ne sintetizza il concept: una riflessione sulla caducità dell'esistenza che mischia riflessioni pseudofilosofiche ("Cos'è che ci fa credere / Che ci sarà un pianeta, un aldilà / Ma intanto io resto qua / Felice accanto a te, ma a volte no / Che siamo mortali, senza le ali") con immagini da tormentone estivo ("Beviamo un succo d'ananas / Mentre il mondo rotola / Lo yoga ci rilasserà / Però qualcuno altrove soffoca"), con il totem di Battiato, gigante, sempre sullo sfondo.

Non è un caso che a chiudere il secondo disco del repack de "I mortali", che contiene uno stupendo adattamento in italiano di "Born to live" di Marianne Faithfull ("Nati per vivere") e rivisitazioni di alcuni brani tratti dai rispettivi dischi solisti di Colapesce come "Copperfield" e "Totale" e di Dimartino come "Noi siamo gli alberi" e "I calendari" (ad un certo punto, si scambiano pure le canzoni: "Amore sociale" è cantata da Colapesce, "Decadenza e panna" da Dimartino), sia il duetto su "Povera patria" che i due hanno proposto nella serata delle cover di Sanremo 2021. Leggeri, ma non troppo.

TRACKLIST

CD 1
01. Il prossimo semestre
02. Musica leggerissima
03. Rosa e Olindo
04. Luna Araba
05. Cicale
06. Parole d'acqua
07. Raramente
08. L'ultimo giorno
09. Noia mortale
10. Adolescenza nera
11. Majorana
12. I mortali

CD 2
01. Nati per vivere / Born to live
02. Copperfield
03. Non siamo gli alberi
04. Totale
05. I calendari
06. Amore sociale
07. Decadenza e panna
08. Povera patria
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.