Rockol Awards 2021 - Vota!

«WELFARE JAZZ - Viagra Boys» la recensione di Rockol

I Viagra Boys sono una risata in mezzo al pogo

La band post punk svedese, con il secondo album “Welfare jazz”, gioca ancora di più con i suoni, sfornando un lavoro potente e divertente.

Recensione del 14 gen 2021 a cura di Claudio Cabona

Voto 7,5/10

La recensione

Con la pancetta che trasborda oltre i pantaloni, a petto nudo, tutto tatuato e con una voce raschiata da portuale, Sebastian Murphy è un istrione con carisma da vendere. Era il 2018 quando la band svedese si è fatta notare soprattutto grazie al singolo “Sports”, contenuto poi nell’album d’esordio “Street Worms”. La loro fama è cresciuta sull’onda del nuovo movimento post punk che, come un’orda di zombie affamati, sta lacerando posti nelle classifiche del mondo pop, soprattutto nel Regno Unito. In questo secondo progetto, i Viagra Boys si confermano sbarellati, potenti e divertenti. E non rinunciano a infarcire il loro sound con delle novità che arrivano dal passato.

Un album multiforme

C’è il post punk, il rock, l’elettronica, il funk e il country, la musica con cui l’americano emigrato in Europa, Sebastian Murphy, è cresciuto: questo secondo lavoro è molto più eterogeneo del primo.

Inoltre non mancano sessioni improvvise e in alcuni casi senza senso con strumenti a fiato, quel tocco jazz che permea alcuni passaggi del disco. L’inizio è un fuoco d’artificio e fa capire le intenzioni del gruppo, in un mix di ironia e forza dirompente. “Ain’t Nice” è un pezzo super divertente ed energico, “Cold play” è un assolo di sassofono che si perde nel silenzio, mente “Toad” parte con uno sproloquio per poi assumere i contorni di un pezzo multi strato. È il preludio a un altro intermezzo folle intitolato “This old dog”. “Into the sun” sembra lava sotterranea che scorre, con le chitarre a indicare la strada, mentre “Creatures” è una fotografia perfetta dello stile dei Viagra Boys di oggi, un mix di tutte le anime che compongono il lavoro. “6 Shooter” scalcia, è una cavalcata strumentale nata da una jam session. Si prosegue con l’elettrizzante “Secret Canine Agent” e la teatrale “I feel alive” con il suono irregolare di un piano che regala una strana identità alla canzone. Evidenti, analizzando il disco nella sua complessità, i riferimenti a band come i Queens Of The Stone Age o a icone come Iggy Pop. Non c’è nulla di musicalmente davvero “nuovo” nel mondo dei Viagra Boys, è una lavatrice in funzione con dentro tanti colori mischiati a cui, bisogna ammetterlo, la band svedese riesce comunque a dare un ottimo equilibrio, anche divertendo. “To The Country” e “In Spite of Ourselves”, quest’ultima cover grottesca dell’omonimo brano di John Prime insieme ad Amy Taylor, rappresentano la quota country di questo secondo capitolo.

La canzone da ascoltare: “Girls & Boys”

I Viagra Boys sono una band da live, sul palco non si risparmiano. Basta guardare qualche video su YouTube per rendersene conto. “Girls & Boys” è una canzone punk, ma anche smaccatamente pop e avvolgente. Fa venire voglia di ballare, di pogare, di gioire, il tutto con un sorriso stampato sulle labbra, ascoltando i versi di Sebastian Murphy che non riesce mai, giustamente, a prendersi troppo sul serio.

TRACKLIST

01. Ain't Nice (03:33)
02. Cold Play (00:32)
03. Toad (03:35)
04. This Old Dog (00:37)
05. Into the sun (03:58)
06. Creatures (03:33)
07. 6 Shooter (04:51)
08. Best in Show II (00:47)
10. I feel alive (04:29)
11. Girls & Boys (04:40)
12. To the country (02:58)
13. In Spite of Ourselves (Ft. Amy Taylor) (05:04)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.