«NEVER NOT TOGETHER - Nada Surf» la recensione di Rockol

Sui Nada Surf possiamo ancora contare

Nove canzoni, ben scritte e ben suonate, che non cambieranno il mondo che ma rappresentano una salutare boccata d'aria fresca regalataci da una band che non si vergogna - e perché dovrebbe? - di restare fedele a se stessa

Recensione del 19 feb 2020 a cura di Davide Poliani

La recensione

Non è detto che "rassicurante" sia l'aggettivo migliore per descrivere un disco. Anzi: l'etichetta del bravo critico dice che un album come si deve debba fare uscire dall'immancabile comfort zone tanto chi lo registra quanto chi lo ascolta, stravolgendo, innovando, rompendo col passato, infilandoti su per le orecchie qualcosa di mai sentito e che mai avresti pensato di ascoltare. Tutto giusto, per carità: nella stragrande maggioranza dei casi, i dischi che continuiamo ad ascoltare da cinquant'anni a questa parte corrispondono a questo identikit.

La storia della musica, tuttavia, non è fatta di sole pietre miliari, ma anche da tante - be', non troppe, o meglio: meno di quanto ci si potrebbe augurare - piccole tessere che, assestandosi tra un macigno e l'altro - tengono insieme il tutto. "Never Not Together", a conti fatti, è una di queste tessere, e - in questo senso - è rassicurante per diverse ragioni.

Lo spin-off di "You Know Who You Are" "Peaceful Ghosts: Live with Deutsches Filmorchester Babelsberg" aveva fatto credere a molti che Matthew Caws e i suoi si fossero stancati di vestire i panni dei paladini dell'indie rock anni Novanta, dei ganci melodici sghembi ma irresistibili, delle chitarre crunch e dei ritornelli da cantare in coro che hanno fatto la fortuna di gente come Rivers Cuomo: roba vecchia, d'accordo, che esiste da almeno trent'anni. Ma che i Nada Surf sanno fare bene come pochi altri.

"Never Not Together" si apre con i sei secondi di silenzio che preludono all'attacco di "So Much Love", che fila via liscia fino agli elementari - e proprio per questo efficaci - disegni di synth su "Come Get Me". "Live Learn and Forget" è accompagnata da un pianoforte spalmato con classe e discrezione dall'inizio alla fine del brano, ottima vicina dell'acustica "Just Wait", che anticipa "Something I Should Do", forse la canzone bandiera del disco, inno power pop a metà strada tra Fountains of Wayne e Posies che restituisce un Caws in forma smagliante, e ottimo spartiacque che accompagna l'ascoltatore nella seconda metà del lavoro, che dopo gli intermezzi di "Looking for You" e "Crowded Star" rialza gradualmente bpm e volume con "Mathilda" per chiudere in bellezza con "Ride in the Unknkow".

Non c'è niente di nuovo in "Never Not Together", ma non c'è nemmeno niente fuori posto: la scrittura dei Nada Surf è rimasta quella di sempre, efficace, umile (nell'accezione più positiva del termine), priva di voli pindarici o pretenziose sbandate, affinata da anni di esercizio e rimasta - per fortuna - immune a tentazioni modaiole o ad ambizioni fuori portata. Anche in questo senso "Never Not Together" è rassicurante: in tempi in cui si insegue - molto, troppo pericolosamente - il capolavoro epocale a tutti i costi, gruppi come quello di Caws e soci teniamoceli stretti.

TRACKLIST

01. So Much Love (04:02)
02. Come Get Me (04:52)
04. Just Wait (03:57)
06. Looking for You (05:51)
07. Crowded Star (04:34)
08. Mathilda (06:09)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.