«POST-TRUTH - Kick» la recensione di Rockol

Kick: leggi qui la recensione di "Post-truth"

Il ritorno all'insegna della contaminazione del duo bresciano, a due anni dall'ottimo "Mothers".

Recensione del 20 set 2018 a cura di Marco Jeannin

La recensione

“Post-truth” segna il ritorno dei Kick a due anni da “Mothers”, disco di cui parlai molto bene e che dopo tutto questo tempo ancora funziona alla grande. Chiara Bernardini e Nicola Mora tornano con quattro pezzi nuovi di zecca, anche se a dirla tutta il primo singolo, “Marmalade” è uscito questa primavera, mentre “Glitch souls” un paio di mesi fa. A questi due episodi vanno quindi a sommarsi “Mouthfish fanfare”e “Us anthem”, per completare così la scaletta di un EP il cui…

… filo conduttore tematico dei brani e delle atmosfere è, come enunciato dal titolo, quello dell’epoca della post-verità, nello svuotamento progressivo dei concetti di vero e falso, un processo al contempo affascinante e distruttivo: il rischio è quello di trasformarci in un popolo di eroi passivi virtuali, travolti dalla sovrapposizione tra realtà e finzione da noi stessi originata.

Musicalmente abbiamo lasciato i Kick nei pressi di un sound a cavallo tra trip hop, dream pop ed elettronica; in “Mothers” c’era tanta Bristol, se vi ricordate. Li ritroviamo alle prese con un’evoluzione senza dubbio interessante che li vede intenti a contaminare le sempre validissime linee melodiche (le idee ai ragazzi sembrano davvero non mancare mai) con suoni e atmosfere dichiaratamente più vicini alla black music, ad un certo tipo di art pop (FKA Twins e compagnia) senza però disdegnare deviazioni psichedeliche. Psichedelia che caratterizza questo lavoro più dal vista strutturale dei pezzi, particolarmente variegati, che da quello strettamente sonoro. “Post-truth” si diceva, ma per i Kick forse vale la pena prendere in considerazione l’idea di un post-pop, anche se, devo ammettere, come definizione anche solo pensarla non mi fa impazzire. Meglio quindi tagliare la testa al toro e parlare semplicemente di un pop rinnovato dalla definitiva ed esplicita contaminazione con i generi che nel corso del tempo hanno inciso sul pop stesso. Un'operazione intelligente e creativamente valida. Una bellissima conferma per una band sempre più interessante.

TRACKLIST

01. Marmalade
02. Glitch Souls
03. Mouthfish Fanfare
04. Us Anthem
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.