«JOÃO VOZ E VIOLÃO - Joao Gilberto» la recensione di Rockol

Joao Gilberto - JOÃO VOZ E VIOLÃO - la recensione

Recensione del 13 mar 2000

La recensione

Nel variopinto ed eccentrico mondo del music business può capitare anche questo: che tre album che hanno fatto la storia della bossanova, per la precisione i primi tre album di Joao Gilberto – CHEGA DE SAUDADE, O AMOR, O SORRISO E A FLOR, e JOAO GILBERTO – finiscano per un lungo periodo fuori catalogo. Questo il motivo che ha convinto l’eccentrico Joao Gilberto – sulla cui idiosincrasia, scontrosità e riservatezza sono fioccati decenni di leggende – a tornare in sala d’incisione, accompagnato dalla produzione di Caetano Veloso, che in realtà ha ben spiegato il suo ruolo nella meccanica dell’album: «Ho detto a Gilberto che un Cd contenente nuove canzoni sarebbe stato più interessante di un remake dei suoi primi tre album, e in questo senso sono stato un produttore, visto che alla fine lui ha accettato il 50% dei miei suggerimenti. Credo di essere stato una sorta di produttore esecutivo per Gilberto, ma non certo per l’album». Fatto sta che JOÃO VOZ E VIOLÃO era pronto in due giorni, dopo le registrazioni di sola voce e chitarra fatte da Gilberto con il tecnico del suono Moogie Canazio (lo stesso che lavora abitualmente con Veloso): il resto del tempo, qualche mese, è stato perso aspettando che Gilberto decidesse se voleva aggiungere alle registrazioni degli arrangiamenti orchstrali, commissionati a Jacques Morelembaum e mai scritti. «Quando, dopo qualche mese, ho visto che non riusciva a decidersi, ho suggerito Gilberto di lasciare la’lbum così com’era, soltanto chitarra e voce, tanto pera perfetto». Il risultato è un disco che Gilberto con ritrosia ammette di essere il suo unico disco che ogni tanto ha voglia di ascoltare. Splendida la scelta dei brani, che vede sopravvivere soltanto due canzoni all’orientamento originale relativo al materiale dei primi tre album; si tratta di due must assoluti, “Chega de saudade” e “Desafinado”, mentre per il resto non mancano le sorprese, compresi due brani di Caetano che Gilberto ha deciso di incidere all’improvviso, “Desde que o samba é samba” e “Coração vagabundo“. “Não vou pra casa” è un samba semisconosciuto, scritto da Antonio Almeida e Roberto Roberti nel 1941, mentre “Segredo” risale al 1947, ed è firmato da Herivelto Martins e Marino Pinto. Tra gli altri brani particolari, inclusi in questo album, figurano anche un pezzo di Gilberto Gil (“Eu vim da Bahia”) e uno di Tom Jobim, “Você vai ver”. Gilberto, che l’anno prossimo compie 70 anni, si dimostra il maestro inarrivabile che il mondo conosce, e lascia sprigionare la magia della sua musica attraverso cose semplici, come realizzare – per la prima volta nella sua carriera – un album per sole voce e chitarra. «Chi conosce Gilberto per le sue bizzarrie e scontrosità deve ricredersi: non è lo stesso uomo con cui ho registrato questo album», dice ancora Canazio. «E’ entrato in sala e in due giorni ha registrato tutto quello che doveva, con una sola esplicita richiesta: spegnere l’aria condizionata, perché la temperatura in sala era troppo bassa». Simple as this.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.