«ANDREA MAZZACAVALLO. - Andrea Mazzacavallo» la recensione di Rockol

Andrea Mazzacavallo - ANDREA MAZZACAVALLO. - la recensione

Recensione del 12 mar 2000

La recensione

Un altro sanremese con le idee chiare, Andrea Pozzan/Mazzacavallo, una sorta di Dr.Jeckyll e Mr. Hyde vicentino/napoletano a partire dai due cognomi che lo riguardano, per proseguire nelle tematiche affrontate nelle canzoni di questo album di debutto. L’iniziale “Nord-est” sembra provenire proprio da lì, da quella zona tanto bene cantata nella sua alienazione dagli Estra, e illustrata con maggior leggerezza ma uguale potenza proprio da canzoni come questa, e non si tratta dell’unica canzone. Ritratti alienati della società, tracciati con un’ironia caustica e con una leggerezza tutta napoletana, sono anche quelli di “Test”, “Posto macchina” e “Zapping”, mentre uno spirito diverso permea le canzoni più personali, ritratti di donna come “Lurida”, storie sentimentali curiose e allucinate come “Controlli folli”, “Sissì”, divertissment vari come “Obelisco”, nei quali il modo di raccontare si fa veramente personale. L’ottica da cui Mazzacavallo osserva, racconta e descrive è decisamente originale, porta novità e aggiunge un elemento stralunato che mancava, mentre l’uso della strumentazione e la voglia di giocare e sperimentare con i suoni fa venire in mente qualcosa dei lavori di Daniele Silvestri. Forse però la principale caratteristica della musica di Mazzacavallo sta nella sua voce, o meglio in un utilizzo totalmente suo che fa del linguaggio, plasmando le parole e dando loro vita direttamente in bocca, modificando in continuazione intonazione, timbro, intenzione, metrica, alternando bassi e falsetti come si conviene a teatro più che nella musica. Eppure il suo lavoro sulle parole personalizza ancora di più il risultato finale, fissando ancora maggiormente il contenuto delle canzoni e il loro senso. Prodotto da Gigi De Rienzo (bassista napoletano già al fianco di Pino Daniele, Teresa De Sio, Bennato e Irene Grandi), questo debutto di Andrea Mazzacavallo è sicuramente un lavoro interessante, che svela le carte di un artista che appare già molto maturo e convinto alla sua prima prova.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.