NIENTE

Saar Srl under license to Pirames International Sr (Digital Media)

Voto Rockol: 3.0 / 5
Segui i tag >

di Redazione

"La musica non era nel programma nei sogni della mia vita. Fin da piccolo desideravo due cose: andare in giro per il mondo in solitario su una barca a vela oppure fare l'esploratore. Il destino a voluto che facessi il musicista: ciò che mi ha spinto era il desiderio di stare sul palco di fronte alla gente". Pietruccio Montalbetti, il chitarrista dei Dik Dik, a 77 anni pubblica un nuovo album: si intitola "Niente" e contiene dodici pezzi da lui interpretati.

Il disco rappresenta una sorta di riassunto di quella che è stata la storia di Montalbetti fino ad oggi: ci sono alcuni brani che richiamano gli anni d'oro dei Dik Dik con pezzi come "Senza luce" (la versione in lingua italiana, con testo di Mogol, di "A whiter shade of pale" dei Procol Harum), riarrangiata per l'occasione in chiave quasi gospel, "Io mi fermo qui" (i Dik Dik la presentarono in gara al Festival di Sanremo nel 1970), "Se io fossi un falegname" (originariamente interpretata dal cantautore Tim Hardin). La reinterpretazione di "L'aquila" di Lucio Battisti può fare felici gli appassionati, che ricorderanno che il cantautore di Poggio Bustone fu produttore dei Dik Dik.

Vale la pena segnalare l'inedito "I ragazzi di Via Stendhal", scritta da Ricky Gianco appositamente per questo lavoro e interpretata, oltre che da Pietruccio e Ricky, anche da Cochi Ponzoni (Cochi & Renato), tutti e tre cresciuti insieme nella storica via e anche compagni di scuola. Ma il pezzo che dà il titolo al disco è "Niente", versione italiana di "Nothing but the whole" di Jacob Dylan (figlio di Bob), che la incise per il suo album "Woman + country" del 2010.

TRACKLIST

01. Lo straniero - (02:56)
02. Una lettera - (03:40)
03. Anche per te - (04:41)
04. Senza luce - (04:13)
05. Niente - Nothing But The Whole - (03:49)
06. L' aquila - (03:29)
07. I ragazzi della via Stendhal - (04:55)
08. Io mi fermo qui - (04:30)
09. Adesso io ti scrivo - (02:36)
10. Se io fossi un falegname - (04:20)
11. Buon Compleanno - (03:57)
12. Condannato ad amarti - (02:55)