«E LA STORIA CONTINUA LIVE - Dodi Battaglia» la recensione di Rockol

Per sempre Pooh

Un doppio album dal vivo per Dodi Battaglia

Recensione del 24 ott 2017 a cura di Paolo Panzeri

La recensione

Con il concerto del 30 dicembre 2016 alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo) i Pooh hanno chiuso, dopo cinquanta anni di ininterrotto successo, la loro splendida e irripetibile carriera. I Pooh sono stati (fa impressione parlarne al passato) un fenomeno unico nella storia della canzone italiana. Hanno attraversato alcune generazioni riuscendo, di mano in mano, a conquistarle una dopo l’altra. Alla fine dello scorso anno hanno deciso di deporre gli strumenti da campioni in carica, per usare una terminologia sportiva. Anzi, per maggiore precisione, non erano i campioni in carica di nulla per il solo motivo che giocavano in un campionato tutto loro, un campionato che non prevede competizione, il campionato delle leggende.

I quattro storici Pooh più Riccardo Fogli – membro della band dal 1966 al 1973 – unitosi lo scorso anno al gruppo per l’ultimo giro di saluti della band al proprio pubblico, hanno chiuso la loro epifania artistica scegliendo da loro quando fosse il momento più consono. Ma se i Pooh hanno chiuso bottega, questo non è altrettanto valido per i suoi singoli componenti. Non vale, ad esempio, per Dodi Battaglia che messa insieme una band composta da Marco Marchionni alle chitarre, Rocco Camerlengo alle tastiere, Costanzo del Pinto quale voce, Carlo Porfilio alla batteria e Beppe Genise al basso è andato in tour la scorsa estate portando sul palco, inevitabilmente e per rispetto ai numerosi fan, le canzoni dei Pooh.

La magia di questi concerti datati 2017 è stata immortalata, a futura memoria, nel doppio cd “E la storia continua…”. Le parole che Dodi Battaglia ha usato e riportato nel libretto incluso all’interno del doppio CD per introdurre le 31 canzoni contenute nell’album ne spiegano il significato: ‘…sì, continua perché la storia, come la musica, non la puoi fermare. Era così tanta la voglia di suonare, di emozionare e di emozionarmi ogni sera che, la realizzazione di questo disco è risultata naturale.” A continuare con questo album è sì la storia di Dodi, ma ancora di più è la storia dei Pooh. E la storia che le canzoni dei Pooh significano e hanno significato per le generazioni citate più sopra.

I due dischi non recano soprese per chi conosce il repertorio del gruppo. I super classici sono, essendo un disco dal vivo, presenti in maggiore quantità nel cd 2, nella seconda parte del live. Ma è un rilievo del tutto superfluo, si potrebbe sostenere che quasi ogni canzone qui presente sia un classico. Sempre per rimanere nel campo dell’ovvio, ciò che più colpisce all’ascolto è la mancanza della voce di Robi Facchinetti. E’ altrettanto ovvio e scontato che il live si regga principalmente sull’ottima chitarra di Battaglia che propone le sue “Primavera a New York” (inclusa nell’album solista “D’assolo”, pubblicato nel 2003), “Vale”, “Mediterranean girl” e “Grazie” (tutte facenti parte del suo “Dove è andata la musica”, uscito nel 2015): tutte strumentali tranne “Grazie”.

Non sappiamo quel che ci riserverà il futuro e quali altre operazioni riguarderanno l’universo griffato Pooh. Quel che oggi sappiamo è che “E la storia continua…” non delude e avrà la benedizione dei fan, e tanto basta.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.