«ZIGHIDà - Statuto» la recensione di Rockol

Gli Statuto e le canzoni che resistono al tempo che passa

La band torinese pubblica una riedizione di "Zighidà" per festeggiare i venticinque anni trascorsi dalla sua pubblicazione. Far tornare nei negozi questo disco poteva essere rischioso, ma...

Recensione del 02 mag 2017 a cura di Anna Gaia Cavallo

La recensione

1992. Viene pubblicato “Zighidà”, il terzo album degli Statuto. Per la band torinese è l’anno del successo, del nono posto tra le nuove proposte al Festival di Sanremo (con il brano “Abbiamo vinto il festival di Sanremo”), del Festivalbar (con il brano “Piera”). È il momento di affacciarsi al grande pubblico. È il momento della svolta, insomma. Anche di quella musicale: lo ska, il power pop, il soul, il beat, per la prima volta lasciano spazio anche all’ r & b.

2017. “Zighidà” spegne 25 candeline. Quale modo migliore per festeggiare di una riedizione? Quando un album funziona per molti sarebbe un azzardo riproporlo anni ed anni dopo. Per molti… Ma non per gli Statuto. 25 anni dopo tornano con “Zighidà 25”: doppio album, contenente in totale 36 brani. 18 brani rimasterizzati e 18 registrati live durante un concerto nel settembre del 1992. 1 cover (“Quando quando quando”, di Alberto Testa e Tony Renis). 1 nuovo singolo, “Noi duri”, versione inedita del brano di Buscaglione. 2 ospiti: Caparezza, in “Qui non c’è il mare” e il tenore Romano Doria, in “Abbiamo vinto il Festival di Sanremo”.

25 anni dopo gli Statuto tornano, sempre fedeli all’identità mod che caratterizza fedelmente il loro stile estetico, musicale e ideologico, tanto da aver ispirato il loro nome (da Piazza Statuto, sede dei raduni dei mod a Torino). “Mod non si nasce, non si diventa: mod si scopre di esserlo”, affermano sul loro sito ufficiale. Quando gli Statuto abbiano scoperto di esserlo non ci è dato saperlo. Ciò che è certo è che a questa identità non hanno mai rinunciato. “Non smettiamo di sognare, non smettiamo di lottare” (tratto da “Piazza Statuto”). Non smettono mai di sognare gli Statuto, quindi, e soprattutto non smettono mai di lottare. Oggi, come allora, lottano nelle e con le loro canzoni contro il razzismo, le discriminazioni. Lottano per difendere il diritto alla sanità, all’istruzione. E, 25 anni dopo, i brani di “Zighidà” sembrano più attuali che mai. Anzi, i problemi e le situazioni di cui gli Statuto parlavano, oggi sembrano amplificati. C’è ancora la miseria descritta in “Ghetto”; esiste ancora il senso di appartenenza e dei legami ai colori degli ultras, di cui parlava “Ragazzo Ultrà”, brano scritto nel lontano 1987; sono più attuali che mai anche la rabbia, l’odio a cui fa riferimento “Le – U”.

“Zighidà 25” è un lavoro che rappresenta a pieno gli Statuto. C’è la loro grinta, c’è la loro passione. Ci sono le battaglie sociali, le tematiche metropolitane. C’è l’amore per Torino, tanto citata nelle loro canzoni e protagonista anche in questo album, in “Qui non c’è il mare” e “Piazza Statuto”. C’è la loro identità mod. Ci sono l’ironia e il sarcasmo che da sempre li caratterizzano, in brani come “Abbiamo vinto il Festival di Sanremo”. Ma ci sono anche sfrontatezza e immediatezza, in brani come “Piazza Statuto” e “Ghetto”. “Zighidà 25” non vuole essere la chiusura di un cerchio, né un ritorno al passato. È semplicemente un doveroso omaggio al suo omonimo, al quale gli Statuto sono talmente legati da riproporne i brani in ogni loro concerto. Ed è la dimostrazione che certe canzoni sanno resistere al tempo che passa.

TRACKLIST

#1
01. Zighidà - Remastered 2017 (02:31)
04. Senza Di Lei - Remastered 2017 (04:16)
08. Moskowska - Remastered 2017 (02:24)
09. Quando, Quando, Quando - Remastered 2017 (01:34)
11. Non Farmi Ridere - Remastered 2017 (02:41)
12. Le-U - Remastered 2017 (03:15)
13. Libero - Remastered 2017 (03:45)
14. Baciami, Baciami - Remastered 2017 (03:25)
15. Qui Non C'è Il Mare - Remastered 2017 (03:20)
16. Noi Duri - Remastered 2017 (02:18)
18. Qui Non C'è Il Mare - 2017 Version (03:15)

#2
01. Aoca - Live (02:14)
02. Zighidà - Live (02:23)
04. Contro Te - Live (03:29)
05. Le-U - Live (03:16)
08. Io Dio - Live (02:05)
09. Senza Di Lei - Live (04:25)
10. Vacanze - Live (02:37)
11. Ghetto - Live (02:10)
12. Non Farmi Ridere - Live (03:17)
13. Baciami Baciami - Live (04:03)
14. Balla - Live (02:48)
15. Piera - Live (02:16)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.