«IL MISTERO DEL DNA - Marco Ligabue» la recensione di Rockol

Marco Ligabue - IL MISTERO DEL DNA - la recensione

Recensione del 16 mar 2017 a cura di Redazione

La recensione

Già chitarrista dei Rio, nel 2013 Marco Ligabue ha deciso di intraprendere una carriera discografica come solista: il suo primo disco come cantautore, "Mare dentro" è uscito nel 2013, seguito due anni dopo da "LUCI - Le uniche cose importanti". Ora arriva il terzo disco, "Il mistero del DNA".

L'album è stato anticipato dal singolo "Cuore onesto", una canzone che Marco Ligabue racconta di aver scritto per "resistere emotivamente all'idea generale dell'individualismo; per ribellarmi al cinismo del 'tanto non cambierà mai nulla'". "Il mistero del DNA" contiene nove canzoni che raccontano ciascuna una storia che Marco Ligabue ha vissuto in prima persona o che ha visto.

Lo stile di Marco Ligabue resta quello che aveva caratterizzato i precedenti due dischi da solista: testi che oscillano tra dolcezza e schiettezza, arrangiamenti che vanno a sottolineare i sentimenti dei testi.

Quello che cambia è il suono. "Mare dentro" era caratterizzato da sonorità un po' vintage e un po' pop. "LUCI - Le uniche cose importanti" era stato un passo in avanti: tra i musicisti che avevano preso parte alle registrazioni del disco c'era anche Jom Bogios, batterista dei Counting Crows, una delle band che ha riportato in voga il rock americano classico. Questo nuovo album, invece, è un'ulteriore passo in avanti, con sonorità abbastanza distanti da quelle di "Mare dentro", indirizzate per lo più verso il rock.

TRACKLIST

01. Uno più uno (03:15)
02. Il mistero del DNA (03:24)
03. Cuore onesto (03:20)
05. Spirito libero (03:26)
06. Mappamondo (03:06)
07. Un attimo fa (02:59)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.