«LIVE AT MADISON SQUARE GARDEN - Shawn Mendes» la recensione di Rockol

Shawn Mendes, esce l'album dal vivo 'Live at Madison Square Garden': la recensione

"Live at Madison Square Garden" è la registrazione dal vivo del concerto tenuto da Shawn Mendes al Madison Square Garden di New York lo scorso 10 settembre. Il disco è stato pubblicato il 23 dicembre come regalo di Natale alle sue fan.

Recensione del 31 dic 2016 a cura di Mattia Marzi

La recensione

Una delle cose migliori che ci ha portato il 2016, ovviamente parlando di musica, è l'ultimo album di Shawn Mendes, "Illuminate". Un gran disco, come abbiamo scritto mesi fa, recensendolo, con dentro una manciata di belle canzoni con un suono piacevole, arrangiamenti che mettono in primo piano il suono caldo delle chitarre (quelle che suona Shawn) e che a livello di sound si aggira soprattutto intorno al soul bianco e al blues. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, Shawn Mendes è un'ex Vine-star: all'inizio della sua carriera, quando aveva appena 15 anni, si era fatto conoscere grazie ad una serie di clip pubblicate su Vine. "Illuminate" è stato un disco importante, per il "rubacuori teenage" di Toronto, quello che gli ha permesso di scrollarsi di dosso l'etichetta di Vine-star e di guadagnarsi a tutti gli effetti quella di musicista.



Qualche giorno prima dell'uscita del disco, lo scorso 10 settembre, Shawn Mendes ha suonato sul palco del Madison Square Garden di New York e in quell'occasione ha presentato in anteprima le canzoni di "Illuminate", di fronte ai 13.000 spettatori dell'arena newyorkese (il concerto, il primo tenuto da Shawn al Madison Square Garden, era sold-out). "Live at Madison Square Garden" è il disco che contiene la registrazione di quel concerto: il cantautore canadese lo ha pubblicato in digitale e in streaming come un piccolo regalo di Natale per le sue fan.

Il disco contiene 12 tracce, alcune tratte dall'album di debutto "Handwritten" (quello che Shawn Mendes ha presentato dal vivo durante le date del suo ultimo tour), altre tratte da "Illuminate". Proprio per questo motivo, "Live at Madison Square Garden" potremmo definirlo quasi come l'anello di congiunzione tra lo Shawn Mendes più acerbo del primo disco e quello più adulto e consapevole di "Illuminate": lui è pronto a fare il passo in avanti, il grande salto, dimostrando di essere sì un "rubacuori teenage" ma anche di essere un bravo musicista; ma al tempo stesso non dimentica da dove è arrivato, la cameretta in cui si chiudeva e registrava i suoi video. L'apertura è affidata a "The weight", una canzone di "Handwritten", malinconica e struggente (parla di un tradimento), con Shawn solo sul palco con la sua chitarra. Poi arriva "Treat you better", la hit tratta da "Illuminate", sul palco sale la band e il pubblico si scalda: "I won't lie to you, I know he's just not rightfor you...", cantano all'unisono Shawn e le sue fan. Ma i pezzi migliori sono quelli più suonati di "Illuminate": "Lights on", "Bad reputation" (con un'interpretazione potentissima e una coda rock affidata alle chitarre elettriche) e il blues di "Ruin". È qui che Mendes e la sua band, Dave Haskett al basso, Mike Sleath alla batteria, Zubin Thakkar alle chitarre e Eddy Ruyter alle tastiere, danno il meglio.

"Live at Madison Square Garden", insomma, è qualcosa di più che un semplice regalo di Natale. E ora aspettiamo la versione fisica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.