«24 HOURS TO NOWHERE - Hugo Race» la recensione di Rockol

Hugo Race - 24 HOURS TO NOWHERE - la recensione

Recensione del 23 ago 2016

La recensione


Hugo Race, già fondatore di The Wreckery e The Bad Seeds e, da tre decenni, produttore, autore e performer apolide con, tra gli altri, True Spirit, Sepiatone e Dirtmusic, nel corso della sua carriera fino ad oggi ha dimostrato più volte di saper fondere folk, sperimentazione, elettronica e rock creando paesaggi sonori originalissimi. Ora torna con un nuovo album, questo "24 hours to nowhere", il terzo realizzato insieme ai Fatalists.

"24 hours to nowhere" è forse l’album dai contenuti più intimamente personali che Hugo Race abbia mai scritto; questo disco contiene canzoni che arrivano direttamente dal cuore, create per essere cantate e suonate usando soltanto una chitarra acustica, un approccio tradizionale, quasi folk, che il cantautore ha sviluppato nelle centinaia di concerti in giro per il mondo come performer solista: si parla della vita, dell’amore, della morte e dell’oltre mistico che governa le nostre più grandi speranze e paure.

L’album è stato scritto nell’arco di più di un anno, ma è stato registrato in meno di una settimana con i Sacri Cuori (aka Fatalists), i suoi fratelli sonici italiani. Queste sono canzoni fuori dal tempo, che mirano a colpire al cuore stimolando la mente e lasciando un qualche segno profondo nell’anima: il disco descrive la vita così com’è, non come vorremmo che fosse, rivelando quell’intensa bellezza che, da sempre, è il perfetto contraltare del dolore.

TRACKLIST

01. 24 Hours to Nowhere
02. The Power of You and I
03. It'll Never Happen Again
04. No God in The Sky
05. We Were Always Young
06. Beautiful Mess
07. Lost in The Material World
08. Untill You Surrender
09. One Day Forever
10. Ballad of Easy Rider
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.